Mercoledì, 11 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
IL 30 APRILE

Trenta musicisti a Taormina per la giornata mondiale del Jazz: le piazze e i locali coinvolti

Torna anche quest’anno a Taormina, martedì 30 aprile, il Jazz Day, l’evento organizzato da Taormine-Act, l’associazione dei commercianti di Taormina, che celebra la giornata mondiale del jazz istituita dall’Unesco. Trenta musicisti si alterneranno nelle piazze e nei locali della città a partire dalle 17, per una giornata indimenticabile dedicata agli amanti del genere e non solo.

Lungo il corso Umberto e dentro i vicoli, tra le piazze Duomo, IX Aprile e Santa Caterina si rincorreranno le note dei più grandi che hanno scritto la storia del jazz: Louis Armstrong Diana Kral John Coltrane, Michel Petrucciani, Billie Holiday, Miles Davis, Coleman Hawkins, Melody Gardot, interpretati da straordinari artisti di fama internazionale.
“Un omaggio doveroso a una città che da decenni coltiva la cultura del jazz” anticipa il presidente Taor-mine ACT, Nino Scandurra”.

Una “no stop” tra sax e trombe con improvvisazioni musicali fino a tarda sera con la partecipazione di Rino Cirinnà Trio, con Santi Romano e Stefano Ruscica (Slargo Unicredit, 17); Fabrizio Torrisi Set, con Pino Garufi e Francesco Pisano (piazzetta Santa Caterina, 17); i 3Brothers gang con Alessandro, Francesco e Andrea Castagna, e Samyt Guarrera (Piazzetta Paladini, 18); Sam Martellaro Trio, con Andrea e Alessandro Ruocco (Hotel Excelsior, 19); Cristiano Giardini Jazz Trio in “Espresso Roma-Catania” con Carmelo Venuto e Ruggero Rotolo (piazza Duomo, Bar Ferrara, 20); Giuseppe Asero 4ET con Nello Toscano, Marco Grillo e Paolo Vicari (piazzetta Paladini, 21); Anna Bonomolo jazz’n progress con Fabio Lannino, Diego Spitaleri, Sebastiano Alioto (hotel Metropole, 21).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook