Sabato, 28 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Ortigia aspetta il Premio Vittorini: Terranova, Abate e Maugeri finalisti
XXI EDIZIONE

Ortigia aspetta il Premio Vittorini: Terranova, Abate e Maugeri finalisti

di
Sicilia, Cultura
Isole - Siracusa, isola di Ortigia

Ortigia aspetta con emozione: sta arrivando la XXI edizione del Premio Elio Vittorini, assieme alla terza edizione del Premio per l’editoria indipendente Arnaldo Lombardi. Il cuore di Siracusa – per lo più nello spazio di piazza Minerva – ospiterà i tanti appuntamenti in programma, da giovedì 8 a sabato 10 settembre.
Al centro di tutto, la letteratura e i libri, con una attenzione particolare rivolta al mondo della piccola editoria indipendente, a cui è diretto il Premio dedicato alla memoria di Arnaldo Lombardi, l’editore scomparso a giugno del 2019 che ha operato a Siracusa e che fu tra i promotori, a partire dal 1996, del premio Vittorini. E, ovviamente, focus sulla personalità, la produzione e la vicenda umana e letteraria di Elio Vittorini, su cui sono centrati diverse delle iniziative in programma, tra cui un format in cui la magnogreca Siracusa eccelle: il “processo”. Nel banco degli imputati, stavolta, il Vittorini traduttore.

A contendersi la vittoria finale saranno quest’anno tre autori meridionali molto amati dal pubblico, con le loro ultime opere: la messinese Nadia Terranova, nella cinquina del Premio Strega 2019 con “Addio fantasmi”, che stavolta, in “Trema la notte” (Einaudi), racconta un “buco nero” della storia del Sud e dell’Italia, il catastrofico terremoto del 1908; il calabrese Carmine Abate, crotonese di Carfizzi, di famiglia arbëreshë, premio Campiello nel 2012 con “La collina del vento”, che concorre con “Il cercatore di luce” (Mondadori), un’intensa storia familiare che s’intreccia con la storia artistica di un grande pittore, Giovanni Segantini; il catanese Massimo Maugeri con “Il sangue della montagna” (La nave di Teseo), dove la Montagna è quella per antonomasia, l’Etna, madre di fuoco e di magma che imprime il suo segno sulle vite.
Un’intervista pubblica ai tre finalisti è in programma per venerdì 9 a Piazza Minerva.

La parola adesso passerà alla Commissione di valutazione, presieduta dal professore Antonio Di Grado, che si riunirà a ridosso della cerimonia finale per scegliere il vincitore: al voto dei singoli commissari, in questa fase conclusiva, si sommerà quello del Comitato studentesco dei lettori, individuato su scala nazionale tra gli studenti degli ultimi due anni di istituti superiori di vari indirizzi segnalati direttamente dagli Istituti scolastici.

Già assegnato, invece, il Premio per l’editoria indipendente Lombardi che la commissione quest’anno ha voluto conferire alla casa editrice Cavallotto di Catania. Anche la consegna di questo premio avverrà nel corso della serata conclusiva sabato 10 settembre in piazza Minerva.
Promotori della manifestazione sono l’Associazione Culturale Vittorini-Quasimodo con l’assessorato alla Cultura della Città di Siracusa e la Confcommercio Siracusa, con la collaborazione della Fondazione Inda, della Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali di Siracusa e con il sostegno di altri partner sia pubblici che privati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook