Giovedì, 20 Giugno 2019
stampa
Dimensione testo
LA VERTENZA

Liberty Lines, ore contate per 72 dipendenti: martedì scatta il licenziamento

di

Ore d'angoscia per i 72 marittimi di Liberty Lines, che stanno andando incontro al licenziamento effettivo. Un baratro che si aprirà sotto i loro piedi martedì prossimo, quando saranno ufficialmente messi alla porta dalla società trapanese.

È l'effetto, questo, della scadenza dell'appalto tra ministero dei Trasporti e Liberty Lines relativo ai collegamenti nello Stretto, tra i porti di Messina e Reggio Calabria. Dall'1 ottobre scorso, il servizio è stato concesso dal Governo a Bluferries e i 72 lavoratori dichiarati in esubero da Liberty Lines. Non hanno portato a nulla le trattative fra le parti, tant'è che che per venerdì prossimo il sindacato Federmar Cisal ha indetto uno sciopero.

«Speriamo in un una soluzione last minute - afferma il segretario provinciale di Messina Sebastiano Previti -. Occorre un nuovo bando al più presto, in modo da salvaguardare i livelli occupazionali e la qualità del servizio, non solo a vantaggio dei viaggiatori dell'area dello Stretto ma di quelli di tutta la Regione».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook