Mercoledì, 11 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
NOMINE

Autorità portuale dello Stretto, presidente cercasi

L'Autorità portuale dello Stretto muove i primi passi. I porti di Reggio, Villa San Giovanni, Messina, Tremestieri e Milazzo avranno presto un presidente. Per questa Autorità di sistema portuale, nata per volere della politica siciliana che ha bloccato per anni la riforma Delrio, il ministero delle Infrastrutture, guidato da Danilo Toninelli, ha deciso di avviare la raccolta di «manifestazioni di interesse per raccogliere profili qualificati che possano ricoprire in via esclusiva e a tempo pieno il ruolo di Presidente dell'Autorità di Sistema Portuale dello Stretto.

La nuova governance dello Stretto, riporta la Gazzetta del Sud in edicola, avrà a breve un nome. Mentre per Gioia Tauro tutto è fermo al palo. Lo “spezzatino” degli scali che ha fatto perdere i porti di Villa e Reggio al sistema Calabria avrebbe potuto registrare la simultanea nomina delle governance.

Invece è tutto fermo sulla sponda calabra nonostante prima il vice premier Luigi Di Maio a settembre scorso e il ministro Toninelli durante le due visite calabre poi, avessero dato per imminente l'avvio della procedura per la nuova guida dell'Authority di Gioia Tauro e della Calabria.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook