Venerdì, 06 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
SINDACATO

Opere pubbliche a Messina, tutto va a rilento: allarme occupazione

di
opere pubbliche, sindacato, uil, Messina, Sicilia, Economia
Ruspe in azione in via Don Blasco

«C'è chi taglia nastri su nastri e chi taglia a fette la fame...». Comincia così l'affondo lanciato dalla Uil sul tema “caldo” delle opere pubbliche a Messina. «Ad oltre un anno dall'insediamento del sindaco De Luca - affermano Pasquale De Vardo, responsabile della Feneal, e Ivan Tripodi, segretario generale della Uil - anche nel comparto dell'edilizia tutto tace e nulla si muove, tranne che l'assordante fragore provocato dalla rabbia dei lavoratori edili messinesi affamati di occupazione e di lavoro».

Come si legge sulla Gazzetta del Sud in edicola, il sindacato cita tre casi: la realizzazione di via Don Blasco, il progetto di riqualificazione ambientale e viaria del torrente Bisconte-Catarratti, l'ennesima consegna dei lavori degli approdi di Tremestieri.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione di Messina

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook