Sabato, 07 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
NEL 2019

La crisi delle imprese artigiane edili, Confartigianato: "In Sicilia oltre 400 chiusure"

Oltre 400 imprese artigiane edili hanno chiuso i battenti nell’ultimo anno in Sicilia. Un dato che testimonia la difficile vita del settore delle Costruzioni, investito sempre più dalla crisi economica. Rispetto al II trimestre 2009 le imprese artigiane sono 5.747 in meno.

Confartigianato incassa i dati registrati dall’osservatorio economico regionale e scende in campo con un direttivo carico e rinnovato. Alla guida della nuova Anaepa Sicilia adesso siede Matteo Pezzino, 48 anni, imprenditore edile, nel sistema Confartigianato da una decina di anni. Vicepresidente vicario è stato nominato Sebastiano Cutrone. Carica di vice presidente anche per Vincenzo Coffa.

Pezzino, già vice presidente di Confartigianato Imprese Palermo e presidente di Anaepa Palermo, raccoglie il testimone lasciato da Francesco Grippaldi, che già negli ultimi anni si è impegnato con buoni risultati nel portare avanti le ragioni degli artigiani edili. Pezzino, sulla scorta del buon lavoro fatto da Grippaldi, punta adesso ad incrementare la rappresentatività delle imprese artigiane, in un momento in cui il settore delle costruzioni è stato più colpito dalla crisi ed è quello più in ritardo nella ripresa.

“Cercheremo di dare un segnale forte, positivo, e di grande entusiasmo – afferma il nuovo presidente dell’Anaepa –, finalizzato a dare supporto  alle imprese artigiane edili sul piano sindacale, economico, tecnico e professionale,  per incrementare quella fiducia che hanno smarrito da troppo tempo,  pagando  lo scotto di una cattiva amministrazione politica, causa  di un enorme timore delle committenze nell’investire nel settore delle costruzioni e delle ristrutturazioni”.

Il presidente punta il dito sulle detrazioni fiscali. “Non possiamo accettare che la Sicilia sia tra le Regioni con il più basso utilizzo delle detrazioni per spese di recupero del patrimonio edilizio e di interventi per il risparmio energetico (solo il 4,6% dell’ammontare totale delle detrazioni) – dice Pezzino –. Siamo al diciannovesimo posto in Italia su ventuno”. E proprio alla luce di questi numeri poco rassicuranti, il nuovo presidente di Anaepa Sicilia ha già programmato degli appuntamenti. “Forti di un partenariato condotto dal nostro direttivo nazionale con Eni ed Harley & Dikkinson – spiega Matteo Pezzino –, abbiamo organizzato per il 6 novembre a Palermo e per il giorno successivo, il 7, a Catania, una serie di eventi formativi e informativi per le nostre imprese, per metterle nelle condizioni di fornire risposte immediate in tema di Ecobonus e Sismabonus”.

Un plauso arriva dai vertici di Confartigianato Sicilia. “Auguriamo a Matteo Pezzino – dice il presidente di Confartigianato Sicilia, Giuseppe Pezzati – un buon lavoro. Siamo certi che con il suo operato riuscirà a dare maggiore sicurezza ed entusiasmo alle nostre imprese edili artigiane”.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook