Domenica, 08 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
TRIBUTI

In fila all'Ufficio tributi di Messina tra accertamenti e cartelle “pazze”

di

Le sorprese di questi giorni non sono solo quelle riservate dal “Black friday”, ma anche quelle che la cassetta della posta ha riservato ai messinesi, dove sono comparse decine di migliaia di lettere inviate dall'Ufficio tributi.

Ci sono quelle della terza rata della Tari, il conguaglio, che scadrà il 10 dicembre, e poi ci sono ventimila accertamenti dei pagamenti dell'Imu e della Tasi 2014.

È infatti partito il secondo accertamento massivo da parte del Comune per i tributi in scadenza di “prescrizione” (dopo il quinto anno non possono più essere richiesti), dopo quello del Natale scorso per l'Imu.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud, edizione di Messina

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook