Sabato, 18 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo
MANIFESTAZIONI

Pochi commercianti aderiscono a "Natale a Villa Dante" a Messina, la manifestazione non si terrà

“Natale a Villa Dante” non si terrà. E' il presidente della Terza Circoscrizione di Messina, Natale Cucè a darne comunicazione: «La manifestazione non si potrà tenere in quanto non ha avuto riscontro numerico sufficiente tra artigiani, hobbysti e commercianti al fine di garantire una buona presenza di operatori. La kermesse, fortemente promossa dai consiglieri circoscrizionali, per motivi non dipendenti dalla loro volontà non potendosi tenere in questo periodo sarà rinviata alla prossima primavera», è la rassicurazione. L’obiettivo era focalizzare l’attenzione nelle periferie valorizzando le potenzialità del polmone verde, che negli ultimi anni è stata poco attenzionato negli interventi di manutenzione ordinaria sfruttando i grandi spazi che avrebbero permesso di promuovere anche eventi di tipo sportivo. Solo in rare occasioni, come “LoveMeFest”, l'area si è presentata nella sua veste migliore.

«Si spera che nell’organizzare una prossima manifestazione ci sia la volontà di grandi sponsor ad investire anche sul Terzo Quartiere, puntando su Villa Dante come punto d’attrazione e segnale di rinascita di una città che stenta a decollare rimanendo negli ultimi posti della qualità della vita – ha aggiunto Cucè –. Purtroppo anche quest’anno le attrazioni di Natale saranno presenti solo nei salotti buoni della città, a Cairoli e Duomo Si ringrazia il Centro per lo Sviluppo del Turismo Culturale per la Sicilia, nelle persone di Gaetano Maiolino e Antonio Raciti che avevano creduto nel progetto e messo a disposizione le loro professionalità nel settore».

Lettura più critica per il consigliere, Alessandro Cacciotto, che in cima alle motivazioni del "sogno" sfumato pone la reale attuazione del Decentramento: «Non avendo la Circoscrizione un budget per utilizzarlo a Natale, la circoscrizione ha già le mani legate dovendo da istituzione democraticamente eletta elemosinare all’Amministrazione sperando che qualche briciola caschi dal tavolo».

Incide anche lo scarso “peso” politico della Circoscrizione: «È del tutto evidente che l’Amministrazione Comunale, in tante circostanze agisca ignorando la presenza di un altra istituzione democraticamente eletta. In passato, ricordo soprattutto l’amministrazione Buzzanca 2008/2013, per il Natale le Circoscrizioni avevano un budget. Già a novembre la posta della circoscrizione era invasa da richieste di associazioni, singole persone che per un presunto amore della città erano disponibili a realizzare eventi natalizi dietro però pagamento".

"Oggi la posta della Circoscrizione è vuota, non arrivano più le letterine di quelle associazioni che fino a qualche anno fa chiedevano in nome dell’amore per il territorio di fare attività. Grazie comunque a coloro che una mail l’avevano mandata per fare qualcosa a Villa Dante ma che forse, per carità, si aspettavano delle condizioni diverse e dunque hanno passato la mano». Villa Dante, poi non interesserebbe ai grandi imprenditori. «Aspettiamo il bando, che vorremmo cara Amministrazione conoscere e collaborare con voi da umili rappresentanti senza rubare a nessuno la scena».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook