Lunedì, 17 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Torrenova, nuova via lungomare finita in primavera: scenari anche per ill turismo
MESSINA

Torrenova, nuova via lungomare finita in primavera: scenari anche per ill turismo

di

Procedono a passo spedito i lavori per la realizzazione del nuovo lungomare di Torrenova. Il cantiere, avviato tra ottobre e novembre 2018, nel giro di poco più di un anno ha raggiunto circa il 70% delle opere completate e si avvia a grandi passi a tagliare il traguardo previsto nella primavera prossima, grazie al puntuale lavoro degli uomini dell’impresa Ricciardello Costruzioni di Brolo, titolare dell’appalto.

La traccia della nuova strada litoranea, che si estenderà per circa 3 chilometri, collegando Torrenova con il territorio di Rocca di Capri Leone, all’imbocco della strada del mare di Zappulla, è ormai del tutto definita, così come sono già stati ultimati i lavori di realizzazione di tombini, con i relativi sottoservizi per il deflusso e lo scarico delle acque, i marciapiedi e pista ciclabile, per i quali mancano soltanto le rifiniture e la successiva stesura del pavimento in pietra al quarzo

Già realizzati anche gli scatolari sui tre torrenti attraversati dal lungomare, mentre sono in fase di esecuzione le opere per il ponte da installare sul Platanà, il più consistente per portata dei corsi d’acqua che sfociano proprio nella zona marina torrenovese. Subito dopo le festività, quindi, il lavoro delle maestranze si concentrerà sull’ultimazione di tali interventi per giungere poi, in primavera, all’installazione degli impianti elettrici, che prevedono l’illuminazione dell’intero percorso con fari a led, la realizzazione delle finiture e della segnaletica stradale e quindi alla consegna dell’opera ultimata.

Una volta conclusi i lavori, saranno quindi ripulite le demaniali a verde contigue alla zona di cantiere e riqualificata la piazzetta d’innesto del lungomare, nella zona dell’attuale marina. Novità importanti sono quindi attese per quanto riguarda il manufatto adiacente proprio alla stessa piazzetta in corso di bonifica.

Il nuovo lungomare, lo ricordiamo, i cui lavori sono stati finanziati nel Masterplan per la Città Metropolitana di Messina con 5.835.000 euro ed aggiudicati per un importo a base d’asta di 4.611.848 euro, consisterà in un’infrastruttura leggera con parti destinate alla mobilità pedonale ed altre al traffico ciclabile, nel quadro del progetto originale di strada litoranea con valenza di infrastruttura di collegamento intercomunale e finalizzata a migliorare l'accessibilità dell'area demaniale e ad elevare i livelli di sviluppo e sicurezza del territorio. L’opera, oltre ai suoi risvolti importanti per la mobilità sul territorio dei centri costieri, individuata come strada di pubblica utilità per la sicurezza in caso di calamità e dunque transitabile dai mezzi in particolari orari o per cause di ordine pubblico ed emergenza, andrà inoltre ad integrarsi nell’area di utilizzo del demanio marittimo, che prevede la realizzazione di lidi ed attività ludico ricreative. Sarà infine l’arteria di collegamento con la vasta zona, estesa circa 70 mila metri quadri, nella quale ci sarà la possibilità di realizzare insediamenti a carattere turistico e recettivo. Una vera via, insomma, anche per lo sviluppo.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook