Venerdì, 30 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Sicilia, pagati otto anni di straordinari arretrati a 1.900 dipendenti del 118
SANITÀ

Sicilia, pagati otto anni di straordinari arretrati a 1.900 dipendenti del 118

Circa 1.900 dipendenti della Seus hanno ricevuto alla fine del 2019 il pagamento degli straordinari arretrati relativi al periodo 2010-2017. Quasi otto anni in tutto, a partire dalla nascita della società consortile partecipata dalla Regione Siciliana che cogestisce il servizio di emergenza-urgenza 118 in Sicilia e fino al 31 dicembre del 2017.

In totale l'azienda ha versato circa 3 milioni e 150 mila euro lordi, una somma che al netto supera un milione e 650 mila euro, con una media per dipendente di 888 euro. L'accredito delle somme è stato effettuato dopo le singole conciliazioni sottoscritte durante le scorse settimane con i dipendenti, in attuazione dell'accordo prima raggiunto tra la Seus e i sindacati.

«Questo debito nei confronti dei dipendenti - sottolinea Davide Croce (presidente del Cda della Seus, composto anche da Gaetana Pontrelli e Pietro Marchetta) - era stato contratto durante le precedenti gestioni a causa del mancato pagamento di prestazioni lavorative in regime di straordinario».

«Su input dell'assessorato alla Salute guidato da Ruggero Razza e tramite concertazione con i sindacati abbiamo quindi scelto l'opzione delle conciliazioni, in modo da evitare contenziosi e contemporaneamente dare la giusta risposta ai legittimi diritti dei nostri dipendenti. Entro fine gennaio saranno corrisposti gli straordinari relativi al 2018 ed entro fine febbraio quelli del 2019: in entrambi i casi, stavolta il pagamento sarà intero rispetto sia alle ore che al valore del corrispettivo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook