Giovedì, 29 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Cisl Messina, Cgil-Uil ad Alibrandi: "Momento delicato, tornare ad azione unitaria"
SINDACATI

Cisl Messina, Cgil-Uil ad Alibrandi: "Momento delicato, tornare ad azione unitaria"

Antonino Alibrandi, Giovanni Mastroeni, Ivan Tripodi, Messina, Sicilia, Economia

Dopo l’elezione e le dichiarazioni del nuovo segretario generale della Cisl di Messina Antonino Alibrandi sul "cambio di passo" e i rapporti con gli altri sindacati della triplice intervengono i segretari generali della Cgil Messina Giovanni Mastroeni e della Uil Messina Ivan Tripodi che, augurando buon lavoro al neo segretario, auspicano che lo stesso apra una fase nuova nei rapporti tra Cgil, Cisl, Uil a Messina.

“Siamo in un delicato momento in cui – dichiarano Mastroeni e Tripodi – il sindacato sia a livello regionale così come a livello nazionale ha una piattaforma fortemente unitaria che consente di affrontare in modo positivo le politiche di sviluppo e del lavoro. Nella realtà di Messina, in presenza della grave crisi economica senza precedenti che la stessa vive, si rende necessario e non più rinviabile avviare un percorso unitario fra Cgil, Cisl, Uil.

"Tale azione unitaria è fondamentale per creare un fronte largo e inclusivo, politico e sociale, per la costruzione di nuove proposte socio-economiche in grado di delineare prospettive complessive di nuovo sviluppo del nostro territorio. La stessa deve essere finalizzata a bloccare la continua fuga dei giovani e non e ad affrontare e risolvere alcune importanti e delicate vertenze come possono essere ad esempio quella dell’Atm o del futuro della gestione del servizio dei rifiuti, sia per i tanti lavoratori occupati sia per la collettività”.

“Purtroppo – osservano Mastroeni e Tripodi – così come in tutti i diciotto mesi dell’amministrazione De Luca, anche l’inutile e negativa ultima vicenda
del “Cambio di passo” è stata caratterizzata dalla solita sbagliata e devastante “strategia” del sindaco De Luca che ha l’unico obiettivo di spaccare (ieri Cgil, Cisl, Uil, oggi i partiti) creando solo divisioni in una logica che non è positiva per un proficuo e sano dibattito democratico e per risolvere le tante problematiche esistenti nella realtà messinese”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook