Mercoledì, 21 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Cassa integrazione, troppi ritardi in Sicilia: burocrazia regionale sotto accusa
EMERGENZA CORONAVIRUS

Cassa integrazione, troppi ritardi in Sicilia: burocrazia regionale sotto accusa

di
cassa integrazione, regione sicilia, Sicilia, Economia
Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci

Dopo la maratona per l'approvazione della Finanziaria e i veleni d'aula sul voto segreto, adesso c'è un altro “nemico” nei palazzi siciliani del potere, che oltretutto trova concordi, viste le recenti esternazioni, il governatore Musumeci e il presidente Miccichè: la burocrazia regionale, oggi nell'occhio del ciclone soprattutto per i clamorosi ritardi sull'erogazione dei contributi per la Cassa integrazione legata all'emergenza.

Anche se il primo lo fa con toni più sfumati parlando di «efficientamento burocratico», mentre il secondo va dritto al punto e incide nella “piaga” («la pubblica amministrazione in Sicilia non è preparata»).

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione Sicilia. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook