Giovedì, 28 Maggio 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Fase 2 a Messina, un ristorante su due ha scelto di non riaprire
CRISI ECONOMICA

Fase 2 a Messina, un ristorante su due ha scelto di non riaprire

di

La stima è di Confesercenti: la metà circa dei ristoranti di Messina non ha (ancora) riaperto. Un quarto dei negozi di abbigliamento ha preferito rimanere chiuso. Non è bastata la fine del lockdown per, come d'incanto, rimettere tutto al proprio nel mondo del commercio. Specie nella ristorazione, regole e sfiducia generale hanno allontanato clienti e quindi la ripresa. Le soluzioni per far accelerare l'economia del terziario commerciale passano anche da alcune misure che il Comune può affiancare a quelle del Governo e della Regione. Alcune di queste interessano non solo gli imprenditori ma anche i cittadini, che potranno risparmiare qualcosa. Per favorire il commercio in centro città e anche per non sovraccaricare i mezzi pubblici che per ora devono viaggiare a capienza ridotta, la Giunta è pronta a prorogare sino al 30 giugno la gratuità delle zone a traffico limitato.

Le ztl sono state “disattivate” a marzo, quando muoversi era un privilegio per pochi; adesso che invece non ci sono più ostacoli alla mobilità, la gratuità servirà per facilitare il commercio e gli altri servizi del centro. Quando poi a luglio, con ogni probabilità, si tornerà alla sosta a pagamento, a quel punto interverranno altri aiuti. Palazzo Zanca è pronto ad acquistare uno stock di gratta e sosta da Atm (dal primo giugno dovrebbe essere la Spa a svolgere il servizio) per distribuirli ai commercianti, che a loro volta li potranno fornire ai loro clienti, rimborsando il costo del parcheggio. Altri aiuti contenuti nel pacchetto che dovrebbe essere varato nei prossimi giorni, sono legati al carico tributario. Palazzo Zanca aspetta, per esempio, il via libera per la “pace fiscale”, con la rottamazione delle posizioni debitorie pregresse e la rateizzazione di quelle attuali. La proposta, però è al vaglio dell'Ifel (istituto dell'Anci per le valutazioni economico-finanziarie) e il processo potrebbe non essere rapidissimo.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud, edizione di Messina

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook