Domenica, 20 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
ARS

Regione Siciliana senza più fondi: spese a rischio, stop immediato al Collegato

finanziaria, regione siciliana, Gaetano Armao, Gianfranco Miccichè, Nello Musumeci, Sicilia, Politica
Gaetano Armao e Nello Musumeci

La Regione Siciliana non i fondi per dare copertura alle leggi che l'Ars dovrà approvare. Stop alle norme di spesa nel collegato, la commissione Bilancio dell’Ars potrà licenziare solo quelle regolamentari.

Il governo ha chiarito che nel pieno dei colloqui con la Corte dei Conti che deve ancora parificare il rendiconto dell’anno scorso e impegnato nella gestione del disavanzo di 400 milioni 'scoperto' di recente, non può coprire una spesa di circa 40 milioni di euro, a tanto ammontava il carico di norme inserite nel 'collegato'.

«Vorremmo le scuse del governo e del centrodestra per questa scellerata conduzione della sessione di bilancio», dice Anthony Barbagallo, parlamentare regionale del Pd. «La frettolosa approvazione della legge di stabilità a gennaio, senza un preventivo accordo con il governo nazionale sui trasferimenti, ha determinato una reazione a catena le cui
conseguenze cadranno sui siciliani. Ci aspettiamo un ritorno di responsabilità - conclude Barbagallo - a partire dalla riforma sui rifiuti che il parlamento dovrà approvare per evitare che all’esame del parlamento arrivi una proposta di riforma che, più che migliorare, pasticci ulteriormente l’intero sistema».

«Non ci sono le coperture finanziarie per andare avanti con la riscrittura del collegato: lo abbiamo appreso attraverso una nota inviata dallo stesso presidente Musumeci», hanno detto Giovanni Di Caro, Nuccio Di Paola, Roberta Schillaci e Giampiero Trizzino, deputati del Movimento 5 Stelle appartenenti alla commissione Cultura, formazione e lavoro, al termine della seduta di oggi.

«Cittadini e lavoratori - sostengono - sono stati chiaramente ingannati. Affermiamo da luglio che mancano i soldi per coprire tutti gli articoli del 'collegato' della V commissione. L'ipotesi di far lavorare l’Ars durante le ferie estive era
finta. La verità è che ci siamo trovati tutti dentro a un grande, reiterato gioco dell’oca fatto di collegati, poi di collegati ai collegati e poi di maxi-emendamenti catapultati nelle commissioni per un’approvazione impossibile, visto che mancano le risorse».

«L'assessore Armao - aggiungono - ha sempre detto che andava tutto bene e che si poteva procedere con i lavori delle commissioni. Adesso venga direttamente in Aula a riferire sullo stato di salute dei conti della Regione, è indispensabile e urgente un’operazione-verità per capire di quali risorse effettive possiamo disporre».

Il governatore Musumeci e l’assessore all’Economia Armao incontreranno domani i giornalisti per illustrare la situazione finanziaria della Regione. L’appuntamento è alle ore 11 a Palazzo d’Orleans.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook