Sabato, 19 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Gioiosa Marea, nuovo Piano regolatore dopo 40 anni: al via le osservazioni dei cittadini
COMUNE

Gioiosa Marea, nuovo Piano regolatore dopo 40 anni: al via le osservazioni dei cittadini

di

Dopo più di quarant’anni dal piano del professore Umberto Di Cristina, ieri è stato adottato il nuovo piano regolatore di Gioiosa Marea. Ha proceduto in tal senso il commissario ad acta, l’architetto Massimo Giuseppe Aleo, dopo che, in precedenza, il consiglio comunale – otto consiglieri su dodici – aveva dichiarato la propria incompatibilità. Da questo momento scattano le norme di salvaguardia e dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Regione decorreranno i settanta giorni per la presentazione delle osservazioni da parte dei cittadini.

L'iter del Prg iniziò negli anni 90 sotto la sindacatura di Ignazio Spanò; successivamente, fu ripreso dall’amministrazione guidata da Eduardo Spinella che, nel 2014 conferì l’incarico al professore Marçel Pidalà, urbanista e docente universitario, per redigere la zonizzazione generale e definitiva. Il progettista ha consegnato gli elaborati dello strumento urbanistico unitamente alla Vas nel 2017, poco prima delle elezioni amministrative che hanno visto la vittoria l’attuale amministrazione di Ignazio Spanò.

Poco dopo l’insediamento dell’attuale amministrazione, lo strumento urbanistico ha ricevuto il placet del Genio Civile e poi, nell'aprile 2018, si è svolta una pubblica presentazione alla cittadinanza da parte dell’amministrazione Spanò, alla presenza del progettista incaricato. Successivamente il piano è stato inviato al consiglio comunale che, nel febbraio del 2019, si è dichiarato incompatibile.

Di conseguenza, nel luglio del 2019, è stato nominato il commissario ad acta Massimo Giuseppe Aleo, il quale, con delibera del 16 gennaio scorso, ha adottato il piano regolatore. Da ieri il Comune ha proceduto alla pubblicazione all'albo pretorio della delibera di adozione dello strumento urbanistico con tutti gli allegati ed elaborati per la presa visione. Adesso, dalla prossima pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Regione, i cittadini avranno settanta giorni di tempo per presentare le loro osservazioni al progettista Pidalà.

Da ieri sono scattate le misure di salvaguardia sui permessi di costruire fino al completamento dell’iter con la definitiva approvazione del Cru. «È stato fatto un importante passo avanti per l'approvazione dello strumento urbanistico e a breve si procederà alla pubblicazione degli atti sulla Gazzetta Ufficiale, in attesa che i cittadini presentino le loro osservazioni – ha dichiarato il sindaco Ignazio Spanò – dovremo valutare anche le possibili interferenze con il piano paesaggistico che potrebbe determinare in avanti la predisposizione di una variante».

Anche l'attuale capogruppo dell'opposizione ed ex sindaco Eduardo Spinella ha voluto dire la sua: «É stato un lavoro ed un impegno portato avanti nei cinque anni di amministrazione 2012-2017: a breve altri importanti obiettivi si concretizzeranno a dimostrazione che il nostro impegno per la comunità è stato vero e concreto ed oggi continuiamo a raccoglierne i frutti per il bene del nostro paese».

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook