Lunedì, 28 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Coronavirus in Sicilia, la Regione a Conte: no allo stop oltre il 3 maggio
ARS

Coronavirus in Sicilia, la Regione a Conte: no allo stop oltre il 3 maggio

La Regione Siciliana pensa alla "fase 2" dell'emergenza Coronavirus e vuole ripartire già dal prossimo 4 maggio. A dirlo è l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, all'Assemblea siciliana.

«Il premier Conte ha chiesto alle Regioni di condividere con i ministeri competenti eventuali scelte di anticipare riaperture di attività - spiega Razza -. Valutiamo l’ipotesi che lo Stato propenda di andare oltre al 3 maggio, mentre la nostra posizione è che non si può andare oltre a quella data, perché in Sicilia ci troviamo in una condizione epidemiologica diversa da quella di altre regioni».

«Ecco perché nel pomeriggio il presidente Musumeci incontra il comitato tecnico-scientifico regionale», ha concluso l'assessore.

In Sicilia sono stati persi 4 miliardi di euro di fatturato, sui 101 miliardi totali. È la stima dell'ufficio statistica della Regione siciliana. A riferirla all'Ars è stato l'assessore regionale all'Economia, Gaetano Armao.

"A causa della crisi del 2008 la Sicilia aveva perso 13 punti di Pil, tra il 2013 e il 2018 abbiamo recuperato 2 punti e mezzo - ha detto Armao - Se le previsioni sono di un -10 per l'Italia e di -12 punti per la Sicilia significa che, conclusa emergenza, cominceremo con un -25 punti; una situazione pesante".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook