Venerdì, 22 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Nuove misure anti Covid a Palermo: divieto di stazionamento dalle 16 e nei weekend
L'EMERGENZA

Nuove misure anti Covid a Palermo: divieto di stazionamento dalle 16 e nei weekend

coronavirus, divieto, nuove misure, palermo, sindaco, Leoluca Orlando, Sicilia, Politica
Leoluca Orlando

"Firmerò un’ordinanza nei prossimi giorni con la quale si afferma il divieto di stazionamento, indicato in una precedente ordinanza, tutti i giorni dalle 16 alle 22 compresi sabato e domenica. Serve a far comprendere che il sindaco di questa città è veramente preoccupato". Lo ha affermato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, nel corso una videoconferenza sull'emergenza Covid-19.

"L'ordinanza sul divieto di stazionamento entrerà in vigore a partire da venerdì, il tempo materiale di scriverla e firmarla", ha aggiunto il sindaco Leoluca Orlando, che ha ringraziato le forze dell’ordine e gli operatori sanitari per l’attività svolta. "L'obiettivo è quello di ridurre al minimo le possibilità di contagi", ha sottolineato il primo cittadino, annunciando che "per quanto riguarda il divieto di stazionamento sabato e domenica sarà valido per l’intera giornata, comprese le zone costiere".

"C'è un problema che non riguarda i dati dei contagi, che adesso vengono comunicati a tutti i sindaci, ma avevo chiesto all’assessore anche i dati sui letti e posti disponibili nelle strutture", ha detto Orlando facendo riferimento all’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza. "E' necessario avere un quadro corretto su cosa stia accadendo - ha aggiunto -. Questi dati continuano a non essere forniti e chiedo nuovamente che ci vengano inviati. E’ anomalo che un sindaco non abbia questi dati".

"Con il Prefetto abbiamo concordato una riunione nel corso della quale ho esposto alcune valutazioni in merito ad alcuni provvedimenti che intendo assumere. Siamo in presenza di un virus che ci ha ricordato del diritto alla salute", ha sottolineato il sindaco di Palermo nel corso della videoconferenza sull'emergenza Covid-19. "Da oggi il Governo ha annunciato l'erogazione dei ristori per gli imprenditori, spero che non faccia brutta figura e che si proceda in maniera veloce", ha rivelato Orlando. "Come Giunta comunale abbiamo dato disposizione ai dirigenti di realizzare dei piani per il massimo possibile di smart working al Comune", ha concluso.

"Per quanto riguarda i mercati rionali - ha aggiunto - stiamo notificando ai concessionari il rispetto del decalogo con compiti a carico di commercianti, utenti e amministrazione comunale. Ho chiesto anche di fare un report fotografico dei mercati. I mercati sono consentiti ma laddove dovessi ravvisare che alcuni di questi mercati non rispettano la normativa adotterò il provvedimento di chiusura".

"Per quanto riguarda la scuola - continua Orlando -, ho inviato una nota all'ufficio scolastico regionale, all'Asp e all'assessorato regionale siciliana affinchè mi si dia conferma dell'assenza di pericolo nelle scuole elementari. Senza rassicurazione, da lunedì valuterò se potrò disporre la chiusura delle scuole. Una misura alla quale non voglio ricorrere ma se non mi si dice che non c'è pericolo dovrò procedere alla chiusure".

"Invito i cittadini a stare a casa", ha poi aggiunto. "Siamo alla possibile vigilia di una tragedia - ha concluso -, vorrei evitare un allarmismo generale".

Il sindaco Leoluca Orlando ha firmato due determine per la rimodulazione dei Piani di zona (2010-2012 e 2013-2015) per il finanziamento di progetti personalizzati per persone con disabilità. La rimodulazione dei piani si è stata autorizzata dalla Regione Siciliana con una procedura semplificata anche per il perdurare della crisi sanitaria legata al Covid-19.

Il finanziamento dei piani di zona è pari ad oltre sei milioni di euro. Più di due milioni, di questi, provengono dalla rimodulazione delle somme previste dal piano di Zona 2010-2012 del Distretto Socio Sanitario 42, di cui Palermo è comune capofila. I fondi si sono resi disponibili perché alcune delle azioni
originariamente previste nel Piano di Zona (per esempio gli interventi per le donne vittime di violenza) sono stati nel frattempo finanziati con il PON Metro o con altri fondi extra comunali.

Le iniziative programmate riguardano molteplici azioni dei comuni del
distretto anche per sostenere le famiglie in difficoltà economica,
nonché per il potenziamento dei buoni spesa. Per la città di Palermo, l'aspetto preminente è quello del potenziamento e finanziamento dei piani integrati socio-sanitari che sono destinati alle persone con disabilità grave o gravissima o per i cittadini con disturbi dello spettro autistico.

I piani prevedono attività di tipo prettamente sanitario, di competenza dell'ASP, o di tipo sociale di competenza comunale: queste vanno dall'assistenza domiciliare, alle attività sportive, ricreative, di socializzazione. La destinazione dei nuovi fondi permetterà al Comune di garantire i servizi a tutti i cittadini/famiglie che ne hanno fatto richiesta. Si tratta di 528 persone con disabilità o le loro famiglie. Di questi, 176 stanno ancora effettuando le valutazioni d'ingresso ai progetti.

La valutazione si basa su diversi parametri quali il grado della disabilità, la situazione familiare e abitativa, l'attività scolastica o lavorativa e la situazione reddituale del nucleo familiare e/o del disabile. Ai piani integrati socio-sanitari, di aggiungono l'implementazione dei Piani personalizzati per disabili gravi per un costo di circa 313 mila euro solo per il distretto di Palermo e di circa 1 milione e novecentomila euro per l'intero distretto, in proporzione al numero di disabili gravi, quelli legati ai Servizi di Assistenza Domiciliare (SAD) per un milione e mezzo di euro (per il distretto, in proporzione al numero di disabili) e quelli legati ai soggetti autistici che impiegano un finanziamento pari a circa 303 mila euro.

"Questa riprogrammazione dei fondi - dichiara l'assessore Mattina - è il frutto anche di un confronto anche con Organismo delle persone con disabilità e con il Garante, unitamente alle associazioni degli enti che gestiscono i servizi. Tutti abbiamo convenuto sulla necessità di concentrare gli interventi su questa parte della popolazione particolarmente fragile, anche per la proficua e necessaria collaborazione con l'ASP e il distretto Socio-Sanitario".

Per il sindaco Orlando "ogni persona ha la propria storia, i propri bisogni e le proprie potenzialità che vanno sostenute e incoraggiate. Solo con i piani personalizzati per tutti possiamo rispondere realmente ai bisogni dei cittadini con disabilità e delle loro famiglie. Questo risultato è il frutto di un lavoro condiviso e che ha coinvolto tanti uffici: chi, grazie alla progettazione, ha
permesso di recuperare somme aggiuntive a quelle regionali, chi ha
curato la parte amministrativa, ovviamente l'ufficio H e tutti i
dipendenti di questi servizi".

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook