Sabato, 16 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Scuole e negozi, la rivolta social dei messinesi contro l’ordinanza del sindaco De Luca
IL CASO

Scuole e negozi, la rivolta social dei messinesi contro l’ordinanza del sindaco De Luca

di
coronavirus, Cateno De Luca, Messina, Sicilia, Politica
Cateno De Luca

La percentuale dei commenti negativi, sulla pagina “De Luca sindaco di Messina”, stavolta è di 90 contro 10, o forse ancor più alta. Sui social da alcuni giorni si è scatenata una vera e propria “rivolta” popolare contro l’ordinanza che venerdì scorso ha disposto la chiusura anticipata dei negozi e la sospensione delle lezioni in presenza in tutte le scuole.

Un coro assordante di messinesi - si legge sulla Gazzetta del Sud in edicola - che contestano i dati e le cifre esibiti dal sindaco a supporto del suo provvedimento, che lo ritengono inutile, perché non risolve il problema dei contagi, perché crea assembramenti ulteriori negli orari antecedenti le 19 e perché danneggia ulteriormente il settore del commercio già in ginocchio. Si ribellano anche i liberi professionisti e gli Ordini professionali.

De Luca sembra aver scontentato tutti o quasi. Hanno un senso queste ordinanze rispetto ai provvedimenti delle Regioni e al Dpcm governativo? Un caos che ha anche contribuito a disorientare e incattivire le comunità, lungo tutto lo Stivale. È vero, però, anche, e si deve avere l’onestà di ammetterlo, che sui sindaci sono state scaricate responsabilità enormi, senza che avessero e che abbiano gli strumenti per poter davvero gestire questo periodo di emergenza.

De Luca la sua posizione l’ha espressa in queste settimane, soprattutto dal 30 ottobre in poi: «In caso di un aggravarsi della pandemia, il nostro sistema sanitario non sarebbe assolutamente in grado di reggere». E per questi motivi, ha inteso dare un segnale forte con la sua ordinanza: «Adottiamo tutte le misure precauzionali possibili per scongiurare il disastro, tutti insieme poi usciremo dal tunnel. E ci riprenderemo».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook