Martedì, 31 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Sicilia, Ruggero Razza può riprendersi la Sanità
REGIONE

Sicilia, Ruggero Razza può riprendersi la Sanità

Il governatore Musumeci: «Non c’è un solo motivo per cui non accetti l’invito a tornare». L’ex assessore pronto a dire sì: «Atto di coraggio, si va in questa direzione»

«Non c’è un solo motivo per cui Razza non accetti la sollecitazione a tornare in Giunta». E Ruggero Razza. Le parole pronunciate dal presidente della Regione, Nello Musumeci, al forum “Casa Minutella”, rappresentano solo l’apripista, o se vogliamo la rivelazione del segreto di pulcinella. Da più di un mese il governatore spinge per un ritorno di Razza all’assessorato alla Salute, sia perché conscio del fatto che l’interim in questo campo, specie in tempi di pandemia, è un peso eccessivo da sostenere, sia perché nulla è cambiato rispetto alla fiducia cieca che Musumeci ripone nel suo “delfino” (e fino a pochi mesi fa tra i papabili successori alla guida di Palazzo d’Orleans).
Razza ha deciso di dimettersi dopo aver appreso di essere indagato nell’inchiesta sugli ormai famosi dati Covid “spalmati” in Sicilia. Domani saranno due mesi esatti da quel giorno, due mesi in cui Razza si è dedicato alla famiglia, alla nascita del figlio, ma non ha smesso di dare una mano, seppur dall’esterno, a Musumeci, ritrovatosi con una patata di quelle bollenti, nella fase in cui era necessario accelerare nella campagna vaccinale.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook