Mercoledì, 29 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Le regionali in Sicilia e il rebus centrodestra. Quanto pesa la variabile De Luca?
GLI SCENARI

Le regionali in Sicilia e il rebus centrodestra. Quanto pesa la variabile De Luca?

di
L’asse Miccichè-Lega continua a spingere per escludere l’ipotesi del Musumeci bis. Il bivio dell’ex sindaco: capitalizzare la dote elettorale o continuare la marcia solitaria?

Come si muoverà il centrodestra per tentare di neutralizzare Cateno De Luca? Se prima delle Amministrative era un potenziale “guastatore”, ora l’ex sindaco di Messina può giocare la sua dote elettorale sul tavolo regionale per sparigliare le carte. La sua candidatura fuori dal coro bipolare è una miccia accesa nella coalizione del governatore Musumeci. E spegnerla non sarà né facile né indolore. L’assolo di De Luca può drenare consensi a tal punto da provocare uno smottamento, soprattutto nel centrodestra. Quanto basta per sbilanciarlo, offrendo così al centrosinistra l’opportunità del sorpasso.

Ma l’ex sindaco di Messina conosce la tabellina della politica. E non sempre le moltiplicazioni generano i numeri delle aspettative se alle spalle non c’è una trama. Anche perché la sua onda lunga, così fragorosa nella città dello Stretto, inevitabilmente attenuerà la sua spinta nel campo largo della Sicilia. In questa fase le sue strategie collimano con le ambizioni dell’asse Miccichè-Lega. Il punto di convergenza è l’esclusione della ricandidatura di Musumeci. E questo sarebbe l’obiettivo che potrebbe convincere De Luca a innestarsi nel centrodestra, rientrando in un assetto di alleanze. Con il ruolo di candidato governatore? Improbabile. L’interesse dei partiti è fagocitarlo e non spianargli la strada per la marcia trionfale. E poi Musumeci potrebbe decidere di avventurarsi in una corsa solitaria. Così il centrodestra si ritroverebbe con un’altra falla da tamponare. A questo punto ipotesi, variabili e scenari si intrecciano in un gomitolo. De Luca entrerà nell’ottica di capitalizzare il suo bottino elettorale alle prossime elezioni regionali? L’alternativa è rifiutare il recinto bipolare e mantenere il profilo di battitore libero.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook