Sabato, 17 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
ASTRONOMIA

La Nasa sceglie il cielo di Siracusa come foto del giorno

Due foto di astrofili italiani si sono guadagnate il titolo di 'Immagine astronomica del giorno' dalla Nasa per l'1 e il 4 marzo.

Ritraggono la cometa C/2018 Y1 Iwamoto e un allineamento celeste tra la Luna, Venere, Giove e la stella Antares poco sopra l'orizzonte, sul mare siciliano di Siracusa.

A scattarle, rispettivamente, Rolando Ligustri, astrofilo di Latisana, Udine, e il siracusano Dario Giannobile.

"È una grande soddisfazione per l'astronomia amatoriale italiana", ha detto Paolo Volpini, dell'Unione Astrofili Italiani (Uai).

"È una vetrina importante, le immagini sono viste da milioni di persone nel mondo. Anche grazie alla loro diffusione - ha rilevato - riusciamo ad avvicinare un pubblico sempre più ampio all'osservazione del cielo notturno".

La foto astronomica del giorno (Astronomy Picture of The Day, Apod) è un servizio fornito dalla Nasa e dall'Università tecnologica del Michigan, agli astrofili che si dilettano di fotografia astronomica, sia paesaggistica che del cielo profondo.

"Non nascondo la grande emozione che ho provato quando, a fine febbraio, ho ricevuto la comunicazione che una mia foto era stata scelta dall'Apod per l'1 marzo", ha detto Ligustri, al suo ottavo Apod nell'ultimo anno, sempre con foto di comete.

La sua immagine ritrae la cometa Iwamoto "in una zona della costellazione dell'Auriga - ha spiegato - dove sono presenti anche nebulosità rosse e l'ammasso aperto M36, che contrastano con il colore verdastro della cometa", ha aggiunto.

La foto di Giannobile è stata, invece, scattata ad Asparano, Siracusa, in un golfo con un piccolo arco roccioso meta di tanti appassionati di fotografia.

"Lo scatto riprende un allineamento tra Luna, Venere e Giove appena sorti dal mare a pochi minuti di distanza l'uno dall'altro, l'1 febbraio", ha spiegato Giannobile.

"A rendere particolare questa foto hanno contribuito anche altri particolari, come i loro riflessi sulla superficie del mare. Quello della Luna, ad esempio - ha aggiunto - è sfumato di un rosso arancio per il passaggio della luce lunare attraverso gli strati più bassi dell'atmosfera terrestre. A confronto, la luce di Venere appare più blu. A impreziosire il quadro - ha concluso Giannobile - la presenza della Via Lattea estiva, che inizia ad abbellire i nostri cieli sorgendo nelle fredde mattine di queste ultime giornate d'inverno".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook