Venerdì, 22 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
ALL'IMPREGILO

"Creare il ponte sullo Stretto": Benedetto, l'ingegnere messinese e il sogno da bambino

di
ingegnere Impregilo, ponte sullo stretto, Benedetto La Fauci, Messina, Sicilia, Società
Benedetto La Fauci

Papà Peppino con la sua cinepresa immortalava la cronaca messinese, mentre lui, Benedetto, sognava di progettare grandi cose. Come il Ponte sullo Stretto. Ingegnere lo è diventato dopo anni di studio e sacrificio, e da poco lavora proprio con la “Salini Impregilo”, il gruppo italiano che opera nel settore delle costruzioni e dell'ingegneria.

Per il giovane neoassunto, è un sogno ad occhi aperti che si avvera a soli 26 anni: «Dopo aver conseguito la maturità scientifica al liceo Seguenza - ha raccontato Benedetto La Fauci - non ho avuto dubbi sulla strada che volevo seguire. Ho frequentato a Messina Ingegneria civile, spinto anche da una passione nata da bambino. Papà, infatti, mi portava sempre in Fiera dove era custodito il modellino del Ponte sullo Stretto».

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Messina in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook