Mercoledì, 11 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
LA FIERA

Monopattini e connessioni veloci, così Messina guarda al futuro della città

Due fronti diversi, un comune denominatore. Investire sul futuro. E che da una parte si parli di innovazione tecnologica, rivoluzione digitale e “Smart city”, mentre dall'altra si annunciano azioni per garantire l'erogazione h24 del più antico dei beni primari, l'acqua, la dice lunga su quanto sia ampio lo spettro delle sfide che Messina è chiamata a vincere per diventare una città “normale”.

Ieri, riporta la Gazzetta del Sud in edicola, è stato il giorno del “gran debutto” allo “Smart City Expo World Congress”, la grande convention internazionale sulle smart city in programma fino a domani a Barcelona, in Spagna, e nella quale Messina è l'unica città a rappresentare l'Italia. Ieri sera il sindaco Cateno De Luca (a capo di una delegazione dove grande protagonista è la “madrina” dei progetti messinesi, l'assessore Carlotta Previti) ha fatto un “resoconto” sulla prima giornata.

Nel corso della quale è stato possibile scoprire una serie di innovazioni da “copiare”: dai monopattini elettrici di ultima generazione, presentati dalle maggiori autorità urbane cinesi nel campo dei trasporti ecoostenibili, alle “Smart Lighting”, i pali intelligenti, che garantiscono connessione per tutti, telecontrollo urbano, monitoraggio dell'aria, controllo del traffico e illuminazione a led.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook