Mercoledì, 05 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Dialla, i sogni in uno zaino: dal Mali a Messina e quel 100 che commuove
LA STORIA

Dialla, i sogni in uno zaino: dal Mali a Messina e quel 100 che commuove

di
maturità, Dialla Zaia, Messina, Sicilia, Società
Dialla Zaia

«Quando ho visto quel cento associato al mio nome mi veniva da piangere per l'emozione. Sono io, dicevo tra me e me. E la soddisfazione è immensa perché finalmente l'obiettivo che mi ero prefissato è stato raggiunto».

Il viaggio adesso ha un senso e un “nuovo” lieto fine. Ed è come se il cerchio si fosse chiuso, perché Dialla Zaia, adottato da una famiglia messinese, studente dell'Antonello, partito dal Mali quando aveva solo 13 anni, ha attraversato mille intemperie, per stringere tra le mani quel diploma tanto agognato e poter dire a gran voce: «Ce l'ho fatta». La sua è una di quelle storie che la “Gazzetta” sta seguendo passo dopo passo.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione di Messina

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook