Lunedì, 30 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Eremita in una grotta di Filicudi: «Qui il Covid non può arrivare»
LA STORIA

Eremita in una grotta di Filicudi: «Qui il Covid non può arrivare»

filicudi, Gisbert Lippelt, Messina, Sicilia, Società
Gisbert Lippelt

In tempi di Covid il suo “isolamento” lo mette al sicuro da qualunque contagio. Da 42 anni, infatti, vive come un eremita in una grotta di Filicudi. Gisbert Lippelt, 73 anni, nato in Germania da mamma architetto e papà giudice, dopo aver girato il mondo con le navi da crociera da secondo ufficiale, ha dato un taglio alla sua vita e ha realizzato la sua “casa” in un antro naturale di contrada Serro, a 400 metri sul livello del mare. Ma lui assicura che non gli manca nulla e che non rinuncerebbe mai alla sua libertà.

La prima volta che Gisbert scoprì le Eolie fu nel 1968, navigando a bordo di uno yacht di amici. Fu così che si innamorò delle sette isole dell'arcipelago cominciando a conoscerle una dopo l'altra. «Stromboli è bella - dice - ma “Iddu” (il vulcano ndr) non scherza, Panarea è troppo piccola, Salina ha le auto, Lipari ancora di più, Vulcano ha quell'odore di zolfo che non sopporto, Alicudi è solo un cono, Filicudi invece è a misura d'uomo. Per questo l'ho scelta».

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione di Messina

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook