Lunedì, 23 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
CALCIO

Palermo, sgomberati gli uffici dello stadio Barbera: sfrattata la vecchia società

È stato portato a termine questa mattina lo sgombero forzato degli uffici dello stadio Barbera di Palermo. La polizia municipale si è presentata alla struttura per dare esecutività allo sgombero dei locali per la riassegnazione degli uffici alla nuova proprietà notificato lo scorso 29 luglio. Quattro pattuglie più due auto civetta e un furgone sono entrati sul piazzale dello stadio.

«Lo stadio è a nostra disposizione soltanto per quanto riguarda il campo da gioco, per consentirne la manutenzione. Gli uffici non sono ancora accessibili». Così il direttore generale del nuovo Palermo di Hera Hora Rinaldo Sagramola all’uscita dallo stadio dopo avere firmato la presa in consegna di parte dello stadio dopo lo sgombero forzato da parte della polizia municipale scattato dopo la mancata riconsegna da parte della vecchia proprietaria dell’Unione sportiva città di Palermo.

«Il campo si sta riprendendo - dice Sagramola - Dopo settimane di abbandono ci hanno rimesso adesso le mani con buona lena e sta migliorando. Speriamo che per fine mese sia a norma». A proposito della situazione dei dipendenti della vecchia proprietà, buttati fuori dal posto di lavoro, ma tecnicamente sotto contratto con il vecchio Palermo e non ancora riassorbiti dalla nuova proprietà, Sagramola ha sottolineato che è «molto dispiaciuto».

«Conosco molti di loro e con loro ho condiviso diversi anni di lavoro ricchi di soddisfazione - ha aggiunto il dirigente -. Noi ripartiremo con una struttura molto diversa rispetto a quella attuale, quindi vedremo il da farsi. Ad ogni modo abbiamo preso un impegno e in caso di assunzioni attingeremo dalla forza di lavoro attuale, non disattenderemo questo impegno».

A chi gli ha chiesto come prosegue il lavoro dal punto di vista tecnico, Sagramola ha assicurato che «Sul piano sportivo è tutto a posto, ma vogliamo attendere l’ufficializzazione dell’iscrizione in Serie D da parte della Federazione che dovrebbe arrivare lunedì. Vedremo se sabato la proprietà vorrà presentare anche il nuovo allenatore o se preferirà frazionare i diversi aspetti. Il direttore sportivo? Ci sarà un’area di supporto a tutta la struttura tecnica».

«Questo impianto è destinato alla squadra di più alto livello sportivo fra quelle cittadine e soprattutto è riconosciuta dagli organi federali del calcio. I precedenti proprietari hanno perso il titolo per poterlo utilizzare e quindi lo assegniamo a chi ha il titolo per poterlo usare». Lo ha detto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando nel corso di un sopralluogo allo stadio «Barbera».

«Adesso si faranno tutte le formalizzazioni di legge attraverso un apposito contratto e con tutte le condizioni - dice Orlando - Intanto possiamo confermare che il campo è disponibile. La sua disponibilità era richiesta a partire dal primo settembre per l’inizio del campionato, mentre noi abbiamo anticipato di diversi giorni. Adesso è necessario prepararlo, sistemarlo e attrezzarlo nel modo migliore e renderlo accogliente per i nostri tifosi».

A proposito dei dipendenti che sono stati buttati fuori dal posto di lavoro come conseguenza dello sgombero forzato, il sindaco ha voluto ricordare ai lavoratori che «nell’avviso era previsto il rispetto della clausola sociale. La società indicata da me e scelta dalla Federazione deve rispettarla».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook