Venerdì, 22 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
TRIBUNALE

Calcio, fallisce il "vecchio" Palermo: sigilli ai beni della società

palermo calcio, Maurizio Zamparini, Sicilia, Sport
Maurizio Zamparini, ex proprietario del Palermo

L’Unione sportiva Città di Palermo, che già non esisteva più dopo la cancellazione della società e la creazione di una nuova entità sportiva ripartita dalla Serie D, è ufficialmente fallita.

Lo ha deciso la quarta sezione civile del tribunale di Palermo, che ha accolto le istanze presentate dalla procura e da numerosi creditori, tra cui anche i calciatori in forza al club nella scorsa stagione di Serie B.

Il collegio presieduto da Gabriella Giammona ha anche respinto la richiesta di ammissione al concordato preventivo, presentata dall’ultima gestione dell’Unione sportiva Città di Palermo, la Arkus dei fratelli Walter e Salvatore Tuttolomondo, e rafforzata dall’ex patron, Maurizio Zamparini, che in extremis si era offerto - attraverso il figlio Andrea - di pagare dieci milioni.

Per i giudici sono state troppe le irregolarità commesse in questi mesi e l’ammissione non poteva che essere revocata. Ora si apre la strada della bancarotta fraudolenta e delle conseguenze penali per gli ultimi amministratori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook