Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Alberi sradicati e insegne divelte: i danni dello Scirocco a Messina e Palermo - Foto

Pasquetta all’insegna del maltempo a Messina, come ampiamente annunciato dai messaggi di allerta della protezione civile, l’ultimo dei quali inviato stamani. Anche oggi città e provincia sferzate dal forte vento di scirocco. Situazione difficile soprattutto nella zona nord, per la caduta di pali della pubblica illuminazione, alberi e insegne.

Vigili del fuoco a lavoro e polizia municipale impegnata sul fronte della viabilità. Riaperta l'autostrada A20, precedentemente chiusa in direzione Palermo a causa della caduta di segnaletica stradale all’altezza di Villafranca. Era stato chiuso anche lo svincolo di Santo Stefano di Camastra in entrata e uscita.

Per rimuovere i cartelli pericolanti i vigili del fuoco stanno inviando un’autoscala proprio in questo momento. Oltre alle decine di interventi già effettuati ne hanno al momento 80 in coda.

Lo scirocco ha messo ko anche il porto di Tremestieri dove da ieri pomeriggio, per avverse condizioni meteo marine, non attraccano più navi. Tutti i mezzi pesanti vengono imbarcati sui traghetti diretti di rada San Francesco, in centro città. Ancora una volta le onde da sud hanno anche portato in molo molta sabbia che si è aggiunta a quella che già si era deposita nei giorni scorsi.

Appena cadrà lo Scirocco, forse in nottata, si potrà sapere in che condizioni è il porto. Ma di certo domani mattina non potrà ripartire la linea Tremestieri-Villa. Per questo, dopo due giorno di stop, è facile immaginare per domani una invasione di tir in città.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook