Venerdì, 22 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Messina, "zia Caterina" inaugura la nuova area giochi della "Elio" di Caronte&Tourist - Foto

"Non abbiate paura della Croce e soprattutto non voltate le spalle davanti al dolore. Io ho trovato il modo per rinascere e portare gioia ovunque". Caterina Bellandi, "zia Caterina", la nota fatina toscana che regala sorrisi a tutti i bambini affetti da patologie oncologiche, è approdata a Messina per inaugurare a bordo della "Elio", ammiraglia del gruppo Caronte e Tourist, la nuova aerea giochi dei bimbi, intitolata a "Biba la farfalla".

Tantissimi i bambini che si sono avvicinati per scattare un selfie e scambiare momenti di convivialità con la loro beniamina. Tra di loro c'erano proprio in prima fila ai tornelli, che aspettavano con trepidazione già dalle 10.30, accompagnati dai genitori, i bimbi che la fatina colorata, chiama "supereroi", i piccoli che hanno vinto o stanno combattendo la loro battaglia contro la malattia e le cui storie sono impresse e custodite nella sua mente e nei suoi ricordi.

Alla cerimonia erano presenti Tiziano Minuti, responsabile personale e comunicazione del Gruppo Caronte & Tourist, il dottor Antonio Repaci, presidente di Caronte & Tourist e Vincenzo Franza, presidente di Siremar, C&T e isole minori. E una presenza speciale, il papà di Fabrizio Ripa, Giovanni, scomparso prematuramente a causa di un tumore e che ha conosciuto la zia speciale proprio durante il ricovero del Meyer di Firenze.

Nel 2013 ha fondato l'associazione "Fabrizio Ripa" che opera nel sociale: " Mio figlio che è morto a causa di un tumore, il sarcoma di Ewing, si era affezionato a zia Caterina perché lo aiutava a non pensare. Ed è anche grazie a lei ho deciso di aiutare gli altri perché il suo entusiasmo è contagioso".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook