Domenica, 08 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Il vento fa strage di alberi a Messina, il Comune ai cittadini: "Evitate di uscire di casa". Ancora scuole chiuse

Il maltempo che imperversa da questa mattina a Messina ha iniziato a provocare i primi danni con una vera e propria strage di alberi. Decine quelli caduti nelle ultime ore in tutta la città. Praticamente non c’è una strada con un albero divelto dalle forti raffiche che hanno soffiato nelle ultime ore. A causa del maltempo, anche domani le scuole a Messina resteranno chiuse.

In viale San Martino, nei pressi della piscina comunale, un albero è caduto e ha provocato danni alle auto che si trovavano sotto e sui binari del tram. Anche in via Giolitti e in via La Farina alberi sono stati abbattuti dal vento. Così come un albero è caduto in viale della Libertà: la strada è rimasta chiusa in direzione nord. Alberi caduti anche in via delle Mura, dietro la chiesa Pompei.

In serata, in via Garibaldi, centrata in pieno un'auto: ferita la conducente dell’auto, trasportata in ospedale in codice rosso ma non in pericolo di vita.

Proprio per il vento e le decine di alberi abbattuti dalla furia delle raffiche, l’assessore comunale con delega alla Protezione Civile e al Pronto Intervento, Massimiliano Minutoli consiglia alla cittadinanza “di uscire di casa e percorrere le strade solamente in caso di effettiva necessità a causa dell’imperversare di forti venti e in considerazione del concreto pericolo per l’incolumità fisica a seguito dei conseguenti crolli di alberi”.

Preso letteralmente d’assalto, in queste ore, il centralino della polizia municipale. Un bilancio che va peggiorando, con impianti semaforici sempre più precari e muri crollati. Nella zona sud è il mare a spaventare maggiormente, con onde altissime che in alcuni casi, come a Galati Marina, minaccia le abitazioni private. Non pochi disagi anche alla navigazione tra Sicilia e Calabria.

Il porto di Tremestieri è chiuso, al porto storico sono stati annullati gli scali delle navi da crociera "Nautica", "Sapphire Princess" e "Jewel of the Seas". Al loro posto in banchina hanno trovato riparo i mezzi veloci (che oggi non hanno prestato servizio) e le navi traghetto "Vesta", "Tremestieri", "Sibilla", "Telepass" e "Isola di Stromboli".

Il servizio tra Messina e Villa San Giovanni è attualmente garantito dalle bidirezionali "Zancle", "Archimede", "Villa San Giovanni" e "Stretto Messina" di Caronte & Tourist, dalle bidirezionali "Riace" e "Fata Morgana" di Bluferries e dalle navi traghetto ferroviarie "Scilla" e "Villa" di RFI. La "Giano" di Meridiano Lines garantisce i collegamenti tra il porto storico di Messina e Reggio Calabria, dove ha trovato riparo dalla serata di ieri la nave traghetto "Elio".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook