Domenica, 05 Luglio 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Multata per aver lasciato i rifiuti per strada: aggredisce una vigilessa a Messina

Multata per aver lasciato i rifiuti per strada: aggredisce una vigilessa a Messina

Notte turbolenta per la polizia municipale di Messina. L'attività di contrasto alle condotte illecite in tema di rifiuti espone i vigili a rischio, ormai sempre più concreto, di reazioni che possono sfociare anche in vere e proprie aggressioni.

È quanto accaduto ieri ad una agente della polizia municipale in servizio nella squadra Ambiente e Rifiuti che, mentre era impegnata in un servizio a Casa Bianca, è stata aggredita da una signora che era stata multata per avere abbandonato i rifiuti per strada.

La signora, infatti, dopo essere stata colta nella flagranza del fatto, dapprima inveiva contro gli agenti e, successivamente nella fase di firma del verbale, tentava la fuga. Raggiunta dalla vigilessa, che ne ostacolava la fuga, la signora si è divincolata, spingendo con violenza l’agente e facendola rovinare a terra.

Attivati i soccorsi, l’agente è stata trasportata in ospedale per gli accertamenti. L'autrice dell’aggressione è stata rintracciata e condotta in caserma per l’identificazione. In queste concitate fasi, è stato inoltre segnalato un camion che eseguiva uno scarico abusivo di materiale inerte sul torrente San Filippo.

Intervenuta la pattuglia della polizia municipale che ha intercettato il mezzo e, dopo i primi accertamenti, ha contestato all’autista il reato ambientale commesso procedendo al sequestro del mezzo.

L’assessore Dafne Musolino, nelle fasi successive all’aggressione della vigilessa, ha manifestato a nome del sindaco la vicinanza all’agente aggredita, confermando il pieno apprezzamento all'attività della polizia municipale di Messina che, ormai in modo assiduo e costante, svolge un'attività di contrasto a tutte le condotte illecite in tema ambientale: dal conferimento illecito dei rifiuti, alle discariche abusive, dalla tutela delle spiagge alla salvaguardia dei torrenti, senza trascurare gli illeciti ambientali derivanti da allacci abusivi e scarichi fognari irregolari nelle condotte delle acque bianche.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook