Mercoledì, 05 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Transito delle merci sullo Stretto, si studiano nuove regole: purché i tir non passino a Messina

Transito delle merci sullo Stretto, si studiano nuove regole: purché i tir non passino a Messina

Un doppio sopralluogo a Tremestieri e alla rada San Francesco. Accompagnato dal presidente dell'Autorità portuale Mario Paolo Mega e dal vicesindaco di Messina Salvatore Mondello, l'assessore regionale ai Trasporti, Marco Falcone ha incontrato anche i vertici delle compagnie di navigazione e il rappresentante dell'associazione autotrasportatori siciliani Giuseppe Richichi.

Falcone ha ribadito la necessità di creare una cabina di regia per la gestione del traffico dei mezzi gommati pesanti a Messina. Ha dichiarato che il nuovo porto di Tremestieri potrà, anzi dovrà, essere realizzato nell'arco di 12-14 mesi.

Nel frattempo, si cercherà di venire incontro alle esigenze degli autotrasportatori, senza però far pagare prezzi troppo alti alla città di Messina. L'obiettivo è quello di diluire su più ore l'arrivo dei mezzi pesanti in città, evitando così le lunghe attese e l'invasione dei tir per via delle deroghe.

L'assessore non lo ha detto ma sa benissimo che i tir non possono passare nel centro urbano, perché questo non accade in nessuna altra città del mondo, perché Messina ha già pagato un tributo altissimo in termini di vite umane e di in vivibilità e perché l'interesse di un'intera comunità è decisamente superiore a quello, pur legittimo, di una sola categoria.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook