Lunedì, 30 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Maturità in era Covid a Messina, mascherine obbligatorie e plexiglass sui banchi

Maturità in era Covid a Messina, mascherine obbligatorie e plexiglass sui banchi

di

La notte prima degli esami sarà la prossima, una sola, per i maturandi del duemilaventi. Niente scritti domani per loro, ma solo una lunga prova orale. Una delusione per qualcuno, un sospiro di sollievo per molti. Per tutti la stretta necessità di dover assecondare quel virus che sarà il convitato di pietra di ogni esame. Distanza, colloquio diviso per argomenti, diverso peso della valutazione, autocertificazione, sono i vincoli della maturità che scatta domattina.

Gli studenti di Messina solo ieri, dopo l’estrazione della lettera in ciascuna commissione d’esame, hanno conosciuto la data della loro prova. Sfileranno 4 o 5 al giorno e potranno avere vicino a loro (si fa per dire) solo un accompagnatore. Sotto i profilo della sicurezza le regole sono ferree e le scuole messinesi si sono adeguate anche con importanti investimenti.

«Noi avremo 5 commissioni e circa 150 studenti – dice Simonetta Di Prima, dirigente dell’Istituto Verona Trento –, ci siamo dotati di tutti i dispositivi richiesti e anche qualcosa in più. Le distanze fra commissari e quella con lo studente è di due metri. I banchi hanno posizioni fisse e abbiamo provveduto a dare mascherine a tutti, compresi gli accompagnatori. I professori avranno le visiere personalizzate, mentre lo studente durante l’esposizione non dovrà tenere la mascherina. Tutti dovranno firmare l’autocertificazione con cui dichiara di non avere sintomatologie o la temperatura oltre i 37.5. Noi abbiamo anche i termoscanner, qualora qualcuno se ne volesse servire. In più abbiamo anche un servizio permanente della Croce Rossa. Fra un esame e l’altro, tutti escono dall’aula e le postazioni vengono sanificate. Un modello per la ripresa dell’anno prossimo? Direi di no, i numeri delle presenze contemporanee a scuola saranno 50 volte superiori».

La durata di questo esame solo orale, in unica prova è stato fissato in 60 minuti, divisi in 5 fasi: presentazione di un elaborato, analisi di un testo di letteratura italiana, discussione multidisciplinare, una relazione sull’esperienza “alternanza scuola-lavoro” e poi quesiti su Cittadinanza e Costituzione. «Anche ai licei La Farina e Basile, abbiamo previsto percorsi diversi per chi deve fare esame e chi ha finito e deve uscire – afferma la preside Pucci Prestipino –. Questa prova può andar bene in una fase di emergenza e mi ricorda quello che mi raccontò mia madre che lo fece nel 1943, in piena guerra. Un giorno questi ragazzi potranno dire che “lo hanno fatto strano”, ho scritto loro oggi.

Può essere un aiuto, l’eliminazione dello scritto, per molti. Per chi ha studiato parecchi e magari punta ad un volto altissimo può essere mortificante perché potrebbe venire meno la gratificazione di mostrare a pieno la propria preparazione. Ecco diciamo che può insorgere un po’ di demotivazione in qualcuno, ma che non si dica, un giorno, che sono i diplomati del coronavirus».

Il liceo Seguenza è la più grande scuola della provincia con quasi 1500 alunni, 250 dei quali, domani affronteranno la maturità. «Abbiamo sanificato tutti gli ambienti – dichiara la dirigente Lilia Leonardi – anche quelli in cui non ci saranno esami. Nessuno dovrà aspettare in cortile e come previsto dalle norme, l’esaminando dovrà presentarsi un quarto d’ora prima dell’orario fissato. Ho percepito un po’ di ansia fra i professori, molti dei quali hanno un’età oltre i 55 anni. In 8, per via di alcune patologie, hanno fatto ricorso alle procedure previste per i “lavoratori fragili” e faranno esami da casa in collegamento».

Anche i crediti saranno diversi rispetto al passato: maggior peso al percorso scolastico, fino a 60 crediti, e fino a 40 al colloquio orale. «È un esame monco e anomalo – conclude Lilia Leonardi – ma i ragazzi sono vittime delle circostanze, e non devono essere etichettati come quelli della “maturità del 2020” perché non è un esame a dirti quanto vali, ma un intero percorso di 5 anni».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook