Mercoledì, 05 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca I legami fra la mafia di Messina e quella di Catania, pene ridotte: 11 condanne e 7 assoluzioni - Nomi e foto

I legami fra la mafia di Messina e quella di Catania, pene ridotte: 11 condanne e 7 assoluzioni - Nomi e foto

Riduzioni di pena in appello nel processo legato all’operazione “Beta”, l’inchiesta della Dda di Messina che ha puntato i riflettori su una cellula legata al clan Santapaola-Ercolano di Catania e che si era radicata a Messina.

I giudici della Corte d’Appello di Messina (presidente il giudice Maria Celi, consiglieri Carmelo Blatti e Bruno Sagone) hanno condannato Vincenzo Romeo, nipote del boss Nitto Santapaola, a 12 anni; il collaboratore di giustizia Biagio Grasso a 5 anni; Benedetto Romeo a 8 anni 3 mesi e 10 giorni; Marco Daidone a 8 anni e 20 giorni; Fabio Laganà, Nunzio Laganà e Giuseppe Verde 4 mesi ciascuno; Gianluca Romeo a un anno e 10 mesi; Antonio Rizzo a due mesi; Giovanni Bevilacqua a un anno, 9 mesi e 10 giorni. Conferma per Lorenzo Mazzullo: tre anni e tre mesi.

I giudici hanno disposto, oltre alle undici condanne, anche sette assoluzioni. L’assoluzione più significativa è quella di Pasquale Romeo, che era stato condannato quasi due anni fa dal Gup Carmine De Rose a 10 anni 8 mesi e 20 giorni: esclusa per lui la partecipazione all’associazione mafiosa. Stralciata la posizione di Antonino Romeo.

L’accusa aveva chiesto la condanna per tutti, in particolare 14 conferme e 5 modifiche di pena. Il processo di primo grado, in abbreviato, si era chiuso con 19 condanne e 2 assoluzioni. L’indagine dei carabinieri del Ros, coordinata dal magistrato Sebastiano Ardita all’epoca procuratore aggiunto a Messina era sfociata in un blitz del luglio 2017.

Nel corso delle indagini gli investigatori puntarono l’attenzione su un’associazione sovraordinata rispetto ai gruppi mafiosi cittadini e che avrebbe avuto rapporti con professionisti, imprenditori, titolari di società, funzionari pubblici.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook