Venerdì, 27 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Sub disperso in mare a Messina, il corpo restituito ai familiari

Sub disperso in mare a Messina, il corpo restituito ai familiari

È stato restituito ai familiari il corpo del sub Antonino Mantineo, trovato ieri mattina dai sommozzatori della Guardia costiera tra Maregrosso e la Zona falcata. Il medico legale, dopo un esame del cadavere, non ha avuto dubbi sul fatto che sia stato un malore a causare un arresto cardiocircolatorio durante una battuta di pesca. I funerali, molto probabilmente, si terranno lunedì al Duomo.

L'uomo era stato rinvenuto privo di vita dai sommozzatori della guardia costiera, nello specchio di mare antistante la Zona falcata, a poca distanza dai relitti che giacciono abbandonati sui fondali. Le ricerche erano iniziate alle 17 di ieri, subito dopo la segnalazione di scomparsa. Il sub era stato trasportato alla base navale, per il primo esame del medico legale.

Alla ricerca di Mantineo tre motovedette e un elicottero che nel corso della notte avevano perlustrato le acque dello Stretto alla ricerca del sub. La vittima aveva comunicato alla famiglia che si sarebbe immerso intorno alle 13, poi nessuna notizia. Mantineo era dipendente di un’azienda di infissi. Era sposato e aveva due figli.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook