Sabato, 28 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Bimbo morto a Sharm: mercoledì l'autopsia a Palermo. I legali: pendente un procedimento penale

Bimbo morto a Sharm: mercoledì l'autopsia a Palermo. I legali: pendente un procedimento penale

A seguito dell’esposto presentato dallo studio legale Giambrone & Partners nell’interesse dei familiari del piccolo Andrea Mirabile, morto a Sharm el Sheikh sabato scorso, gli avvocati incaricati dai genitori del bambino, Rosalia e Antonio, «comunicano che è pendente un procedimento penale e le indagini preliminari sono curate dal dott. Bruno Brucoli». "La Procura della Repubblica di Palermo ha disposto l’autopsia della salma per chiarire le cause della morte - fanno sapere i legali - Le operazioni peritali inizieranno mercoledì». «Questo è un passo importante verso l’accertamento della verità - commenta l’avv Rosalba Lo Buglio dello studio Giambrone & Partners- Valuteremo con la famiglia le prossime mosse ed è probabile che nomineremo un collegio di parte formato da un medico legale ed uno specialista in malattie infettive». La salma arriverà a Palermo oggi. I genitori sono giunti ieri con un volo ambulanza.

La mamma dimessa da ospedale, il padre stabile

I medici del Policlinico di Palermo, che assistono il genitori del piccolo Andrea Mirabile morto a Sharm Eh Sheikh, affermano che la mamma del bimbo, Rosalia Manosperti «ha eseguito ieri pomeriggio alcuni accertamenti ecografici e, compatibilmente con la tragedia vissuta, dal punto di vista clinico sta bene e la sua gravidanza procede regolarmente. È stata dimessa in modo protetto nella tarda serata di ieri per poi tornare stamattina ed effettuare un nuovo controllo per monitorare meglio le condizioni di salute», spiega il professor Renato Venezia, direttore della struttura complessa di Ostetricia e Ginecologia. Il papà, Antonio Mirabile, «al momento ha un quadro clinico stabile. Stiamo eseguendo ulteriori esami, necessari per capire che cosa abbia scatenato questa reazione. Un riscontro più chiaro potremo averlo solo nei prossimi giorni quando avremo modo di valutare anche gli effetti delle terapie in corso», dice il dottor Salvo Miceli, dirigente medico della struttura complessa di Medicina interna con Stroke Care.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook