Venerdì, 06 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Taormina, festa grande e ospiti d'eccezione al Premio Cinematografico delle Nazioni - Foto

di
Nel segno dei grandi ritorni a Taormina la XIII edizione del Premio Cinematografico delle Nazioni, il riconoscimento ideato da Gian Luigi Rondi che, grazie ad EvenTao di Michel Curatolo, presidente del Nations Award, e ad Agnus Dei di Tiziana Rocca, torna a premiare ospiti d’eccezione, rendendo omaggio al  critico cinematografico scomparso due anni fa.
Alla serata al teatro antico, acclamata da un'ovazione, un'icona del cinema italiano e internazionale: Gina Lollobrigida, che ha appena compiuto 92 anni tornando nell'anfiteatro dove nel 1969,  vinse il prestigioso David di Donatello come miglior attrice protagonista per il suo ruolo nel film Buonasera, signora Campbell. Assieme alla diva, Eugenio Longo, allora sindaco di Taormina, che le consegnò il riconoscimento, e il prefetto di Messina Maria Carmela Librizzi: "Da donna delle istituzioni - ha detto - premio una donna che è essa stessa un'istituzione".
Ad aprire la cerimonia, la consegna del premio alla carriera a Christopher Lambert, indimenticato Highlander e di recente sugli schermi tv nella fiction La Dottoressa Giò.
Memorabile l'esibizione del maestro Nicola Piovani: " La musica è pericolosa" ha esordito il compositore, richiamandosi al libro che ha firmato e ripercorrendo le tappe di una carriera che lo ha visto esprimere in  note l'arte cinematografica di registi come Federico Fellini e  Mario Monicelli, fino all'incontro con Roberto Benigni, narrando dell'ispirazione che lo ha guidato nel comporre il motivo di impronta "bandistica" che ne accompagna le apparizioni, fino alla colonna sonora de La Vita è Bella, che gli valse l'Oscar vent'anni addietro e per la quale ha ricevuto il Premio delle Nazioni.
Nel corso della cerimonia di cui è stata madrina l'attrice Martina Stella,  il Nations Award è andato a altri importanti nomi del cinema italiano e internazionale, tra cui il Premio Oscar Terry George, regista e sceneggiatore nordirlandese, nominato  per la sceneggiatura di Hotel Rwanda e vincitore dell'Oscar nel 2012 per il miglior cortometraggio con The Shore; Alessio Boni, interprete di molti film di successo e protagonista delle serie tv La Compagnia del Cigno e Il Nome della Rosa; Gianmarco Tognazzi, che ha ritirato a nome della famiglia un premio speciale in memoria del padre Ugo.
Il grande Remo Girone, che interpreta Enzo Ferrari nel cast del biopic Ford vs Ferrari con Matt Damon e Christian Bale, ha declamato il brano finale da Il Grande Dittatore di Charlie Chaplin, mentre Ron Moss, divo della soap Beautiful ma a Taormina in veste di musicista, ha dedicato "Angel" di Robbie Williams  alla Lollobrigida. Nation Award per il teatro a Daniele Pecci per il successo dello spettacolo Il fu Mattia Pascal, di cui è protagonista, mentre un riconoscimento è andato anche all’attrice Maria Fernanda Candido, protagonista femminile del film Il traditore di Marco Bellocchio, acclamato a Cannes e campione di incassi al box office, e all'attrice Alexandra Dinu.

Un’edizione ricca di contenuti il cui filo conduttore è stato caratterizzato dal tema della salvaguardia dell’ambiente. Il Premio delle Nazioni “Thinking Green” è stato consegnato a Ellen Hidding, conduttrice del programma Melaverde, mentre la serata è stata preceduta dai convegni sul tema “Thinking Green”, curati da “FARE AMBIENTE ITALIA” – Movimento Ecologista Europeo” presieduto dal prof. Vincenzo Pepe con il supporto istituzionale della senatrice Urania Papatheu, membro della commissione Ambiente, e con il patrocinio del Parlamento Europeo e della Regione Siciliana, rappresentata sul palco dal neo assessore regionale al Turismo Manlio Messina. Uno speciale Nations Award per il suo impegno nel mondo del Thinking Green è andato allo chef Ciccio Sultano.

Un ricordo intenso e commosso quello che è stato tributato a Sebastiano Tusa, archeologo e assessore regionale vittima lo scorso 10 marzo della strage aerea della Ethiopian Airlines. Il premio in sua memoria, assegnato alla Soprintendenza del Mare che egli fondò e diresse, è stato consegnato alla moglie prof.ssa Valeria Patrizia Li Vigni, che ha anche inaugurato la mostra con le opere dell’artista Giacomo Rizzo.
Credit foto: Gabriele Stramandino

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook