Domenica, 08 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Le Vie dei Tesori, a Messina in mostra 26 "gemme" della città - Foto

Tre weekend alla scoperta dei luoghi più suggestivi e ricchi di storia della città di Messina. Comincerà il 13 settembre e terminerà il 29 la terza edizione della Via dei Tesori che quest’anno aprirà le porte di ben 26 siti di tutta la città, presentata questa mattina in conferenza stampa all’ex Chiesa del Buon Pastore dalla Soprintendente Mirella Vinci e dalla presidente dell’associazione Laura Anello.

Fra le novità dell’edizione 2019 la possibilità di visitare il salone principale della Prefettura, tutta Palazzo Zanca e la chiesa di S. Tommaso Il vecchio.

Meno Chiese ma più Palazzi e ville, rispetto allo scorso anno, per raccontare ai visitatori la storia della città dello Stretto grazie anche al supporto delle visite guidate presenti in tutti i siti aderenti all’iniziativa.

Solo lo scorso anno a Messina hanno partecipato oltre 14000 visitatori. In programma anche la possibilità di visitare la città attraverso tre passeggiate e percorsi guidati per scoprire miti, santi e ville della tradizione messinese.

Oltre alla possibilità di acquistare il ticket in ogni luogo, disponibile da quest’anno anche la possibilità di acquistare i coupon online. Apertura serale per Castel Gonzaga e per il Sacrario Cristo Re dove a partire dalle 19 oltre alla visita, con un contributo aggiuntivo, si potrà su prenotazione degustare vini locali.

A ricordare l’ex Assessore Sebastiano Tusa, a cui è dedicata l’edizione delle vie dei Tesoro di quest’anno, Mario Briguglio, della segreteria dell’assessorato regionale ai beni culturali.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook