Sabato, 19 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Foto Cultura Sotto il vulcano, dai Tinturia a Masini gli artisti sul palco a Zafferana Etnea

Sotto il vulcano, dai Tinturia a Masini gli artisti sul palco a Zafferana Etnea

Continuano gli appuntamenti musicali della prestigiosa programmazione del Festival Sotto il Vulcano, che dalla prossima settimana vedrà sul palco dell’Anfiteatro Falcone Borsellino di Zafferana, alcuni tra i più importanti artisti del panorama italiano: l’istrione della musica italiana Vinicio Capossela, i pilastri della buona musica d’autore Max Gazzè, Marco Masini; il repertorio del Maestro Franco Battiato interpretato dalla voce unica di Alice; i Tinturia, capitanati da Lello Analfino.

Gli spettacoli sono ospitati nella rassegna Etna in scena 2020, presso l'anfiteatro Falcone Borsellino di Zafferana Etnea.

La rassegna Sotto il Vulcano è tornata a realizzarsi in diverse città alle pendici dell’Etna, e con il susseguirsi delle edizioni ha creato un circuito turistico ideale per il pubblico che ama la musica popolare contemporanea.

Lo scopo è quello di attrarre e invogliare i turisti a scegliere la Sicilia orientale, quale percorso ideale naturalistico e culturale, passando dalle visite guidate, alla scoperta dei sentieri e dei paesaggi, fino alla visita delle città e al godimento di uno spettacolo serale nelle prestigiose location che lo accoglieranno.

12 agosto - Vinicio Capossela. Da Pan, tutto, e demonio: tutto demonio, in opposizione a pan theos, tutto Dio. Pandemonium è un concerto narrativo con canzoni messe a nudo, scelte liberamente in un repertorio che questo anno va a compiere i trent’anni dalla data di pubblicazione del primo disco “all’una e trentacinque circa” (1990). Dunque un concertato per tutti i demoni, accompagnato da un insieme di strumenti musicali che insieme evocano il Pandemonium, mitico strumento gigantesco, del tipo dell’organo da fiera, completamente realizzato in metallo. A costruire il “Pandemonium” sembra siano stati i sudditi del re Laurino, esseri di piccola statura, abitanti di un regno sotterraneo in grande confidenza con l’estrazione mineraria.

"Pandemonium” è anche il nome della rubrica quotidiana tenuta da Capossela durante il periodo di isolamento quarantenale, sorta di almanacco del giorno, che indagava le canzoni e le storie che ci stavano dietro mettendole in connessione con le storie di una attualità apparentemente immobile, ma in continuo cambiamento.

13 agosto - Lello Analfino & Tinturia. Quando dici Tinturia dici Sicilia. Lo stesso nome la richiama: nel dialetto siciliano i bambini sin troppo svegli e discoli vengono definiti tinti, Tinturia rappresentano le loro monellerie. Nascono a metà anni ’90, quando incontrano Lello Analfino, come loro innamorato della musica, vista e vissuta come fonte di espressione artistica e divertimento. La vena artistica estrosa e geniale di Lello, la sua espressività, l’immagine leggera e irriverente, ma mai banale, caratterizza i Tinturia e rispecchia appieno l’identità della Sicilia.

Un gruppo, formato da musicisti quotati, collaudato e affiatato, in grado di spaziare senza difficoltà dalla musica popolare contemporanea al reggae, dal funk al rap - con un pizzico di folk innato nelle loro radici sicule ormeggiate nel mare Siciliano. Al momento la band sta lavorando al prossimo disco registrato tra Terrasini e Gorizia, con la produzione artistica di Christian Rigano, musicista e arrangiatore che collabora da anni con Jovanotti, Elisa, Tiziano Ferro, Marco Mengoni e altri.

Il leit motiv del gruppo, diventato un tormentone, è “pace, amore e tinturia pittuttavita” divenuto hashtag ufficiale riportato da migliaia di persone.

16 agosto - Marco Masini. L'artista annuncia una serie di spettacoli intimi piano e voce come introduzione al suo imminente tour teatrale, il ''30th Anniversary Tour’', dando ai fan l’opportunità non solo di vederlo in una veste inedita ma anche di ricominciare a respirare, dopo mesi di silenzi e di chiusure, le atmosfere sognanti della musica live.

La musica dal vivo torna a riprendere i sui spazi con date evento piano e voce annunciate dal cantautore Marco Masini, che vuole celebrare la ripresa dei concerti in Italia con un prequel del suo attesissimo tour teatrale ‘’30th Anniversary’’, inizialmente previsto per questa primavera, rinviato alla primavera del 2021 a causa dello stato di emergenza da Covid-19 e alla luce delle ultime disposizioni governative.

18 Agosto - Alice canta Battiato. Alice, nome d’arte di Carla Bissi, è una delle cantautrici italiane più note ed amate dal grande pubblico. La canzone “Per Elisa”, scritta insieme a Franco Battiato e al violinista compositore Giusto Pio, con cui vinse il Festival di Sanremo nel 1981 si impose nelle hit parade nazionale e internazionale. Il sodalizio artistico con Battiato ha caratterizzato una parte importante del percorso musicale e professionale di Alice che oggi presenta il nuovo live tour “Alice canta Battiato”. In questo viaggio è accompagnata al pianoforte dal maestro Carlo Guaitoli, da tanti anni collaboratore di Battiato in qualità di pianista e direttore d’orchestra.

Alice riesce ad omaggiare l’artista siciliano con autenticità ed eleganza, sia perché sua amica e collaboratrice dagli esordi, ma soprattutto per quell’affinità artistica che da sempre li lega e che la rendono un’interprete unica della musica di Franco Battiato.

"Il compositore e autore che sento più vicino e affine, non solo musicalmente, è sicuramente Franco Battiato e da molto tempo, nei vari progetti live e discografici, canto le sue canzoni, quelle a cui sento di poter aderire pienamente. Già nel 1985 gli ho reso omaggio con l'album Gioielli rubati e questo programma in qualche modo ne è il naturale proseguimento. Una versione acustica dei brani con i bellissimi arrangiamenti e rielaborazioni per pianoforte del pianista Maestro Carlo Guaitoli, con cui condivido il programma e che sarà con me sul palco, già stretto collaboratore di Franco Battiato da alcuni decenni anche come direttore d'orchestra.

23 agosto - Max Gazzè. Il cantante torna dal vivo in Sicilia: “Quello che la Musica può fare” non è soltanto il ritornello di una canzone, Gazzè scende in palco in un momento molto delicato per il settore dei live e lo fa accompagnato dalla sua band storica; nessuna formazione ridotta né di musicisti, né di crew tecnica e di produzione, tutti di nuovo sul palco per rilanciare la filiera della musica dal vivo. La scaletta mescolerà i successi dei primi album ai brani più recenti e non mancheranno le sorprese, in un viaggio nella trasversalità, da sempre caratteristica fondamentale dell'artista.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook