Mercoledì, 21 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Foto Politica Lega in giunta alla Regione Siciliana, protesta a Palermo davanti all'Ars

Lega in giunta alla Regione Siciliana, protesta a Palermo davanti all'Ars

"Nello Musumeci non ci rappresenta. La Lega in Sicilia non esiste: per questo chiediamo il ritiro della delega ai Beni culturali e le dimissioni del presidente della Regione». Così Domiziana Giorgianni, messinese, una delle promotrici della manifestazione organizzata a piazza Parlamento, a Palermo, davanti Palazzo dei Normanni, sede dell’Assemblea regionale siciliana. Pullman provenienti da Messina, Catania e Trapani, e tanti venuti con mezzi propri da Siracusa, Ragusa, dall’interland palermitano".

"Sono diverse centinaia di attivisti, studenti, cittadini. Nessun vessillo di partito, solo bandiere giallorosse con la Trinacria, colonna sonora a base di marranzano e fischietti badando - bene - anche alle distanze di sicurezza e indossando le mascherine. Non è accettabile dare spazio alla Lega in Sicilia - spiega Giorgianni - che ha sempre e solo insultato il Sud e la Sicilia. Per questo stiamo raccogliendo le firme per presentare la nostra richiesta - ritiro della delega e dimissioni del presidente della Regione - ai capigruppo all’Ars".

L’iniziativa è partita all’indomani della nomina del giornalista palermitano Alberto Samonà ad assessore ai Beni culturali e all’Identità siciliana in quota Lega. E su Facebook attraverso il gruppo "No ai Beni culturali alla Lega Nord-Musumeci dimettiti" che, ad oggi, conta 47608 membri.

"Musumeci ci ha sfidato e poi ci ha tradito: siamo qui per dire che Musumeci e la Lega Nord non ci rappresentano. La Lega Nord - ha detto Giorgianni - non è la benvenuta". Tra le organizzatrici anche Loretta Nicolosi da Catania, Tiziana Albanese (dalle Madonie) e Ludovica Di Prima (Palermo). "Chi da siciliano aderisce alla Lega - ha detto Tiziana Albanese - è anche peggio di un lombardo che almeno sceglie un partito che persegue gli interessi del Nord. E noi dovremmo stare a casa in silenzio mentre Musumeci svende la Sicilia al partito che ha sempre insultato la Sicilia e il Meridione".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook