Lunedì, 23 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo

Auto d'epoca in passerella da Messina a Taormina, le foto della sfilata

di

Una Ford T del 1912, perfettamente funzionante e con ancora la targa (Palermo la provincia di immatricolazione) originale. E poi Fiat Balilla, Lancia Aurelia e Flaminia, Porsche, Mercedes 190 Sl del 1957, Lancia Aprilia, una ammiratissima Lancia Delta S4, una Amilcar del 1926, un'Alfa Romeo Duetto e una Giulia Sprint Veloce, Fiat 1500 e 1600 Spider.

Sono arrivati da tutta Italia gli equipaggi che hanno preso parte alla “Messina Taormina”, manifestazione turistica valida per il Trofeo Marco Polo che, ieri, dopo una splendida tre giorni che si è vissuta anche nella provincia jonica messinese e in quella catanese, ha concluso la sua edizione magistralmente organizzata dalla sezione messinese del club “S.a.mo.” (Scuderia antichi motori) di Messina.

A onorare i veicoli immatricolati tra il 1912 e il 1981 (una quarantina gli equipaggi presenti) anche il neoeletto presidente nazionale dell'Asi (Automotoclub storico italiano) Alberto Scuro, giunto nella città dello Stretto per l'occasione. Con lui il vicepresidente nazionale Asi Antonio Verzera (presidente del S.a.mo. club di Messina), il vicepresidente S.a.mo. Alfredo Schipani e il delegato del club per gli eventi e le manifestazioni Giuseppe Allegra.

La manifestazione - che ha visto anche momenti di show-cooking - è partita proprio da Messina per giungere a Taormina (esposizione dei veicoli in piazza Duomo, sul Corso Umberto, di fronte alla sede del palazzo comunale), quindi destinazione Solicchiata dove si sono svolte le prova di abilità. Ieri rientro a Messina, prima a piazza Duomo per assistere al funzionamento dell'orologio meccanico e astronomico, quindi premiazione a Ganzirri.

Riconoscimenti sono andati a 15 equipaggi: Spataro-Vasta (Fiat 508 Balilla Spider); Papa-Sapienza (Ferrari 328 Gts); Tarantino-Fiore (Mg B); Cosenza-Borgosano (Fiat 1100 Special); Attardo-Micali (Fiat 1100 103E); Carbonaro-Nicolosi (Lancia Flaminia GT3C); Crescioli (Triumph TR4); Gulisano-Cataldo (Fiat X1/9 Bertone); Greco-Giancola (Ferrari Dino 208 GT4); Dell'Aversano-Spaziani (Alfa Romeo Duetto Spider); Pennino-Segreto (Lancia Beta Coupè); Verzera-Calogero (Porsche 356A); Allegra-Sulfaro (Porsche 911 SC); Chiapetta-Morcavallo (Mercedes Benz 350 SL) e Borzì-Borzì (Lancia Aurelia B20).

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook