Venerdì, 06 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Musica a Panarea, torna il Raya Summer Fest

Dopo un antipasto in terrazza, con l’esibizione del duo femminile electro-indie Gioli & Assia, il Raya Summer Fest, il tradizionale appuntamento estivo di Panarea dedicato alla Edm (electronic dance music) è pronto a partire.

Si comincia con la sudafricana Nora En Pure domani. Il 7 agosto tocca al producer francese di origine, ma svedese di formazione musicale, Sylvain Armand, che prende il posto di Mattn, messa ko da problemi di salute. Il 10 agosto sarà il turno del più atteso, il golden boy Lost Frequencies. Infine, il 16 agosto, la gran chiusura con gli Snap. Il tutto sulla pista dell’Hotel Raya di Panarea, la perla delle isole Eolie.

Chi non ha ballato almeno una volta sulle note di «The Power».

Un inno alla libertà musicale quello degli Snap, che da 30 anni fanno il pieno nelle piste di tutto il mondo e che quest’estate porteranno i loro successi a Panarea, la perla azzurra delle Isole Eolie, in Sicilia, per l’edizione 2019 del RAYA SUMMER FEST. Quel grido che tutti hanno cantato a squarciagola – «I’ve got the power» - riecheggerà la notte del 16 agosto dalle terrazze dell’Hotel Raya per concludere al meglio una rassegna della dance-music elettronica resa unica quest’anno dalla presenza – il 10 di agosto – di un artista stellare, Lost Frequencies, il ragazzo belga che domina la scena ormai da cinque anni con i suoi hit. Sarà un’emozione unica ballare al ritmo di «Are you with me» o «Reality» fra i profumi delle zagare e delle bouganvilee del Raya.

Una manifestazione – il RAYA SUMMER FEST - che ha visto passare, sulla console di fronte a quello struggente scenario eolico che solo il Raya può regalare, star del calibro di Bob Sinclar, Nicky Romero, Little Louie Vega, Tony Humphries e Robin Schulz. Quest’ultimo, assieme agli Ofenbach e agli olandesi Sunnery James e Ryan Marciano, tutti quanti ospiti del RSF 2018, è anche il protagonista del video after-movie realizzato dall’organizzazione della rassegna – la GStudio Adv – per condividere con tutti le emozioni del festival dell’anno scorso.

L’idea di aprire le porte dell’Hotel Raya a una rassegna di livello internazionale nasce dall’ingegno di Myriam Beltrami, pioniera del turismo a Panarea. Sbarcò nell’isola alla fine degli anni Cinquanta e assieme a Paolo Tilche fece di un rudere con vista sulle sciare di fuoco di Stromboli un accogliente rifugio sospeso tra il cielo e il mare pronto ad ospitare chiunque avesse voluto soggiornare in questo angolo di Paradiso. Nacque così l’Hotel Raya, un luogo che Myriam negli anni ha saputo preservare dalle mire dell’industria turistica. Non è solo un albergo, è un sogno. Questo particolare appeal ha reso il Raya la meta preferita di tanti personaggi del jet-set internazionale, che ritrovano se stessi in quest’oasi di pace lontani dal caos. Nel 2018 Rupert Murdoch ha scelto proprio il Raya per i festeggiamenti del compleanno della figlia, con invitati da tutto il mondo che sono rimasti entusiasti della location. È uno status, indica turismo ricercato, attrae coloro che potrebbero andare ovunque nel mondo, ma scelgono il Raya. Da quest’anno poi con un’attrazione in più, lo chef stellato Patrizia Di Benedetto, alla quale Myriam ha deciso di affidare la cucina per soddisfare le esigenze di una clientela che conosce i migliori ristoranti del mondo.

In questo scenario suggestivo da anni si svolgono party e raduni tra i più esclusivi dell’estate e dal 2016 la rassegna con i più affermati dj della scena internazionale, che Myriam Beltrami è riuscita a mettere su con l’ausilio del suo infaticabile staff, guidato da Anna Calì, Giovanni Greco e Giovanni Mandanici. La produzione e l’organizzazione del RAYA SUMMER FEST sono affidate a GStudio Adv, azienda leader nel settore della comunicazione.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook