Lunedì, 16 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Sicilia, via libera all'istituzione della nuova riserva naturale "Punta Bianca" FOTO

Sicilia, via libera all'istituzione della nuova riserva naturale "Punta Bianca" FOTO

Via libera al percorso per l’istituzione della riserva naturale di Punta Bianca e Scoglio Patella, nell’Agrigentino. Il governo Musumeci, su proposta dell’assessorato del Territorio e dell’Ambiente, ha avviato l’iter per la creazione dell’area protetta su circa 300 ettari ricadenti tra Agrigento e Palma di Montechiaro, attraverso l’inserimento nel Piano regionale dei parchi e delle riserve.

"Abbiamo voluto dare un impulso definitivo - commenta il presidente della Regione Nello Musumeci - alla procedura per porre sotto tutela un’altra preziosa porzione della nostra terra. Era un impegno che avevo assunto durante una mia visita nell’Agrigentino. L’obiettivo è quello di consentirne una valorizzazione sostenibile anche se non ingessata. Per i Comuni interessati sarà una nuova opportunità di sviluppo, nel rispetto del paesaggio".

"Con questa delibera di giunta - aggiunge l’assessore all’Ambiente Toto Cordaro - abbiamo posto una prima pietra per proteggere un luogo di grande valore ambientalistico. Un percorso che adesso è irreversibile". Il sito era già stato identificato come area di "notevole interesse pubblico" nel 2001 da un decreto dell’allora assessorato regionale ai Beni culturali e ambientali. I Comuni di Agrigento e di Palma di Montechiaro, nella primavera di quest’anno, avevano già aderito alla proposta di istituzione della riserva".

Piccolo scorcio della Costa Bianca di Agrigento, Punta Bianca è una spiaggia che conserva i colori vivi e luminosi tipici del sud della Sicilia che non ha nulla da invidiare alla più nota "Scala dei Turchi". Dal centro di Agrigento è raggiungibile dalla statale 115 fino al Villaggio Mosè e da qui proseguire lungo la strada per i Lidi. Alla prima rotatoria basta seguire le indicazioni per Zingarello e da qui quelle per Punta Bianca.

Dopo un breve tratto con asfalto sconnesso, la strada diventa sterrata e necessita della dovuta attenzione durante la marcia per raggiungere un’area adibita a posteggio identificabile per la presenza di alcuni cartelli turistici, tra cui quello con l’indicazione della distanza per raggiungere Punta bianca.

Da qui, parcheggiando, ci sono due possibilità: prendere la strada sterrata che prosegue verso destra e corre sulla scogliera o quella che sale davanti. Entrambe si ricongiungono prima di arrivare alla nostra meta. A piedi il percorso richiede circa 20 – 30 minuti per arrivare alla caletta. Vista la particolare conformazione del luogo e il tracciato completamente esposto al sole, è consigliato arrivare presto al mattino per godersi appieno della bellezza del luogo.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook