Lunedì, 24 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport La Top Spin Messina batte il Vigevano: il 2019 si chiude con il primato in classifica

La Top Spin Messina batte il Vigevano: il 2019 si chiude con il primato in classifica

La Top Spin Messina chiude brillantemente uno storico 2019 battendo per 4-1 il TT Vigevano Sport-Cipolla Rossa di Breme, a Villa Dante, nella seconda giornata di ritorno del campionato di Serie A1 maschile di tennistavolo. La capolista, pur priva di João Monteiro, si issa a quota 16 punti, consolidando il primato in graduatoria e proseguendo la sua marcia da imbattuta. Un successo ottenuto dai ragazzi guidati dal tecnico Wang Hong Liang con le firme di Ismailov (due incontri vinti), Piccolin e Rech Daldosso.

Nella prima partita della serie, sotto la direzione di Salvatore Palermo di Enna, netto 3-0 per Sadi Ismailov contro Gleb Shamruk. Nel set d’apertura il russo della Top Spin prende il largo sul 4-3, mettendo a segno quattro punti di fila. Shamruk prova a rientrare (8-5), ma Ismailov è implacabile e procede senza troppi affanni (11-6). Nel secondo parziale l’equilibrio dura sino al 4-4. Il russo accelera, portandosi sull’8-4, Shamruk accorcia le distanze (8-6), ma Ismailov non sbaglia più e prevale 11-6. La terza frazione ha un diverso andamento. L’atleta della Top Spin conduce 3-0, per poi subire la rimonta dell’avversario (5-6). Sul 6-9, Ismailov reagisce con carattere e ritorna in parità. Annullato un set-point (9-10) al rivale, il padrone di casa sfrutta la chance a sua disposizione per aggiudicarsi il match grazie al nuovo sigillo per 12-10.

Dopo l’esordio stagionale avvenuto due settimane fa a Roma, utile a mettersi alle spalle il lungo stop, Jordy Piccolin torna in campo davanti ai propri tifosi opposto a Alessandro Baciocchi, vincendo per 3-1 il confronto. Fila tutto liscio nel primo set, in cui il bolzanino dilaga in avvio (5-0) e avanza spedito alla conquista del parziale che termina con un largo 11-2. Piccolin va invece sotto (1-4) nella seconda frazione e deve sempre rincorrere Baciocchi (6-9). Sul 7-10 il portacolori della Top Spin disinnesca due set-point, poi cede per 9-11. Pirotecnico il terzo parziale. Dal 2-2 Piccolin si ritrova staccato (2-8) dopo i sei punti consecutivi dell’avversario, prima di iniziare una strepitosa rimonta che si concretizza con l’aggancio e, successivamente, il sorpasso (9-8).

La reazione di Baciocchi porta, quindi, Piccolin a dover annullare un set-point sul 9-10. Scampato il pericolo, il bolzanino ha la meglio alla seconda opportunità in suo favore per 13-11. Il beniamino di casa deve risalire la corrente anche nel quarto parziale dal 3-5, ma con la sua classe rimedia ancora una volta allo svantaggio e sul 6-5 prende il definitivo comando delle operazioni. Approdato al 10-7, Piccolin chiude i conti (11-8) alla seconda palla match per la gioia del pubblico.

Cliente scomodo per Antonino Amato che cede per 0-3 contro Viktor Yefimov, l’atleta di punta di Vigevano. Niente da fare per il palermitano che va avanti sul 3-2, ma viene poi staccato (6-9) dall’ucraino, in un set che termina 7-11. Amato prova a reagire nel secondo parziale che inizia con il giusto piglio (6-4). Yefimov, però, non molla e lo riprende sul 7-7. Parità sino al 9-9, quando i due punti consecutivi garantiscono all’ucraino la frazione (9-11). Amato deve costantemente inseguire nel quarto set, riesce ad annullare i primi due match-point sull’8-10, ma non può nulla in occasione del terzo, sfruttato da Yefimov che passa per 10-12. Situazione generale, adesso, sul 2-1, con i ragazzi allenati da Renato Casini che accorciano il gap.

Ci pensa Sadi Ismailov, stendendo 3-0 Alessandro Baciocchi, a confezionare il nuovo allungo. Nel primo set iniziale parità, con il russo che avanza (7-5) e viene recuperato (7-7). Un carico Ismailov piazza, però, quattro punti di fila: 11-7. Dal 3-5, nella seconda frazione, il padrone di casa attacca con decisione e vola sul 7-5, archiviando in fretta la pratica per 11-6. Massima concentrazione da parte di Ismailov, nelle vesti di autentico trascinatore della squadra, anche nel terzo parziale, ipotecato già sul 6-1 e ultimato in maniera impeccabile con un rotondo 11-3.

Marco Rech Daldosso, in sostituzione di Antonino Amato, affronta Gleb Shamruk e fa calare il sipario sulla sfida con un secco 3-0. Andato in svantaggio in avvio (3-5), il bresciano recupera e incamera il set con autorità per 11-8. Nel secondo parziale, dal 5-4 in avanti, Rech Daldosso conduce in maniera piuttosto tranquilla, aumentando il margine e imponendosi per 11-6. La strada è in discesa e il giocatore della Top Spin, in grande fiducia, comincia nel modo migliore (7-1) anche la terza frazione, completando le fatiche con l’11-4 che pone fine alla gara e sancisce la settima vittoria in nove turni. Un ruolino da applausi nella prima metà di stagione.

La squadra del presidente Giorgio Quartuccio, che giunge alla pausa natalizia saldamente in vetta al campionato, aprirà il suo 2020 con la partecipazione alla fase finale della Coppa Italia, affrontando la competizione in programma a Terni dal 10 al 12 gennaio da detentrice del trofeo.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook