Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cinema

Home Video Cinema Barbara De Rossi premio Troisi al Salina Marefestival : "Non esiste un altro Massimo"

Barbara De Rossi premio Troisi al Salina Marefestival : "Non esiste un altro Massimo"

Cominciato ieri il Decennale di Marefestival Salina, nella suggestiva cornice della terrazza del porto turistico “Marina di Salina”, dove si è tenuta la conferenza stampa. In serata, a Malfa, lo spettacolo sul palco della piazza Immacolata. Il Premio Troisi a Barbara De Rossi e Claudio Castrogiovanni e, per la sezione Emergenti, al regista Francesco Santocono per un corto particolarmente interessante sul tema Hiv. Targa Argento all’attore siciliano Tony Morgan, che ha una lunga e brillante carriera alle spalle.

Barbara De Rossi, una carriera tra grande e piccolo schermo segnata da grandi nomi, Da Lattuada, che da un concorso di bellezza la volle davanti alla sua macchina da presa, iniziandola alla scena cinematografica. Passando per la televisione d'autore (iconica, tra l'altro, la sua interpretazione ne La Piovra), gli show e i persino i reality.

Un bilancio lungo 45 anni

Oltre al rammarico per quei ruoli che il cinema, in particolare, smette di scrivere per le donne (soprattutto le donne) che superano la soglia della cosiddetta giovinezza, c'è una vita al servizio dell'arte. "In 45 anni di carriera ho recitato in molti film, serie e fiction e a teatro. Ho sempre avuto ruoli di personaggi positivi, vorrei recitare in ruoli da cattiva per provare almeno una volta. Certi 'cattivi' tra l’altro possono anche risultare simpatici». A dirlo proprio lei, Barbara De Rossi al Marefestival a Salina dopo aver ricevuto il premio intitolato a Massimo Troisi. «Credo che artisti come lui ne nascano uno al secolo, perché era uno dei pochi che sapeva coniugare la comicità con un’intensa profondità attoriale ricca di sfumature che non sempre erano comiche. Era un attore completo e unico», afferma. «Massimo - prosegue De Rossi - era molto talentuoso: si può dire tranquillamente che era il degno erede di Totò. Eravamo molto amici, lo conoscevo da quando avevo vent'anni perché partecipavamo alle partite della nazionale cantanti, io come madrina e lui anche se non giocava era sempre presente». «Ho un bel ricordo del film Il postino - aggiunge De Rossi - che è stato girato qui ed è un film magnifico, uno di quelli che restano nella storia».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook