Giovedì, 22 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo

Dipendenti assenteisti a Palermo, il video delle intercettazioni all'assessorato alla Salute

Ecco come i dipendenti dell'assessorato alla Salute della Regione siciliana timbravano il cartellino senza di fatto presentarsi al posto di lavoro. Più di un dipendente su cinque truffava sulla presenza al lavoro negli uffici dell’assessorato regionale alla Salute, in piazza Ottavio Ziino, a Palermo. Grazie a tre computer, alcuni impiegati riuscivano a segnare le presenze anche senza badge. Una opportunità utilizzata dai lavoratori infedeli per lasciare il luogo di lavoro senza perdere un euro di stipendio.

Ventidue dipendenti sono stati sottoposti a misure restrittive, di cui 11 agli arresti domiciliari, e venti sono stati denunciati.

L'attività investigativa, coordinata dalla locale Procura, ha messo in luce l’esistenza di una consolidata prassi di assenteismo ingiustificato realizzata attraverso un andirivieni di dipendenti pubblici che, in completa autonomia, gestivano i loro turni di servizio con presenze fittizie debitamente e furbescamente certificate.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook