Mercoledì, 28 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Droga nel mercato storico di Palermo, vedette e pusher al Capo: 11 arresti

Droga nel mercato storico di Palermo, vedette e pusher al Capo: 11 arresti

La piazza del mercato storico del Capo a Palermo era una base di spaccio con tanto di vedette e pusher che garantivano le dosi di stupefacenti ad ogni ora del giorno e della notte. I carabinieri del comando provinciale di Palermo hanno eseguito questa mattina 11 arresti, 10 in carcere e uno ai domiciliari, emesse dal gip del tribunale di Palermo con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti.

A capo dell'organizzazione, secondo gli investigatori, c'era Benito Miccichè che sovraintendeva la gestione della piazza e riceveva i proventi della vendita della droga. Le indagini dell'operazione "Cuncuma", come lo scrittore Giuseppe Pitrè chiamava l'organizzazione criminale, sono state coordinate dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca.

Le indagini sono andate avanti dal mese di giugno a novembre del 2018. Le telecamere e le cimici piazzate dai militari hanno permesso di smantellare l'organizzazione che poteva contare su una schiera di pusher e vedette, che con turni giornalieri, riuscivano sempre a controllare la piazza.

I giovani avevano la disponibilità di magazzini e garage che si trovavano nei pressi della piazza di spaccio, dove poter nascondere la droga. Ad un semplice cenno del cliente lo spacciatore si avvicinava per effettuare la cessione o, in base alla richiesta ricevuta, si appartava per recuperava la droga richiesta. Lo spaccio avveniva anche nei pressi di diversi istituti scolastici del quartiere Capo.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook