Giovedì, 17 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo

Marco Mengoni, pre-tour all'insegna dell'ambiente: tappa anche a Santo Stefano Quisquina

Una esibizione dal Labirinto della Masone di Fontanellato, vicino Parma

È partito dal Labirinto della Masone di Fontanellato, vicino Parma, il 'Fuori Atlantico Tour' di Marco Mengoni, una serie di sei concerti fuori dal comune, che precedono il tour autunnale nei palazzetti, alla ricerca delle bellezze del territorio e all'insegna della sostenibilità ambientale.

Nell'anno in cui anche Jovanotti ha portato la sua musica lontano dagli stadi e dai tradizionali luoghi dei concerti, per spostarsi sulle spiagge della Penisola e creando anche dibattiti sul tema della sostenibilità ambientale di eventi di questa portata, Mengoni punta su luoghi di straordinaria bellezza per valorizzarli e farli conoscere meglio al suo pubblico, con un occhio all'ambiente.

Così quello di Fontanellato è stato il primo di una serie di speciali appuntamenti live, alla scoperta della natura e a emissioni zero, grazie al lavoro svolto, sottolineano gli organizzatori, con Green Nation e AzzeroCO2, per il calcolo e la compensazione delle emissioni associate al tour.

Il cantante, che festeggia i 10 anni di carriera con 50 dichi di platino, già ambasciatore italiano della campagna di sensibilizzazione di National Geographic 'Planet or Plastic?', ha recentemente lanciato la challenge #estatesenzaplastica, un'iniziativa per incentivare e diffondere comportamenti virtuosi, sia tra i suoi follower che tra i colleghi del mondo dello spettacolo.

Il viaggio del nuovo tour è così iniziato, dal più grande labirinto al mondo: il Labirinto della Masone a Fontanellato, composto interamente da 200mila piante di bamboo, appartenenti a 20 specie diverse.

Il secondo appuntamento sarà al Teatro Andromeda a Santo Stefano Quisquina (Agrigento), il terzo sarà sul Monte Cucco, capitale italiana di volo libero, in Umbria.

Il quarto live sarà a Cava la Beola di Monte a Montecrestese (Verbania), una cava ancora attiva ma anche un grande palcoscenico naturale incastonato tra le rocce. Il penultimo appuntamento è ai Laghi di Fusine di Tarvisio, la conca dei laghi, in uno speciale appuntamento del No Borders Music Festival.

Il viaggio si concluderà, il 30 luglio, in Località Fontanelle a Sarnano (Macerata), con uno spettacolo per RisorgiMarche, festival organizzato da Neri Marcorè per sostenere le comunità colpite dal sisma. Il giorno successivo a ciascuna tappa, alle 21 sul canale Youtube e sulla Instagram Tv dell’artista, verrà raccontata l’esperienza immersiva della sera precedente con immagini inedite.

Il 'Fuori Atlantico Tour' precede l''Atlantico Tour', che in autunno farà tappa nei palazzetti di tutta Italia.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook