Mercoledì, 26 Settembre 2018
VITTORIA

Più controlli nell'area del mercato

Attentato Caair, Comitato ordine pubblico Ragusa, Tir bruciati, vittoria, Sicilia, Archivio
Più controlli nell'area del mercato

Ragusa - Ancora una stretta nell'area del mercato di Vittoria. L'ha deciso il Comitato per l'ordine e la sicurezza dopo l'attentato della scorsa settimana ai danni del Consorzio Caair, che opera nel settore dell'autotrasporto. Ignoti hanno dato alle fiamme quattro tir: tre sono andati completamente distrutti, mentre il quarto è stato notevolmente danneggiato. Nell'attentato è rimasto gravemente ferito un autotrasportatore pugliese, che dormiva all'interno del suo camion. L'uomo è ricoverato a Catania e le sue condizioni sono date in lieve miglioramento. La prognosi, però, resta riservata.

Alla riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza, presieduto dal prefetto Maria Carmela Librizzi, hanno partecipato, oltre ai responsabili delle forze di Polizia territoriali, il sindaco di Vittoria Giovanni Moscato, alcuni esponenti dell’associazione antiracket di Vittoria, della CNA, nonché l’amministratore della Caair,  Giuseppe Biundo. Il Prefetto Librizzi, nel manifestare l'attenzione delle istituzioni nei confronti dell’impresa di trasporto e dell’autotrasportatore in atto ricoverato, ha confermato l’impegno di tutte le componenti istituzionali. Il prefetto, una volta richiamato il costante monitoraggio delle diverse problematiche che interessano l’economia e l’occupazione nella struttura mercatale, ha sottolineato la valenza e l’importanza di un maggior impegno della società civile e delle componenti economiche che operano in quel settore per un pregnante spirito di collaborazione all’azione di contrasto delle Forze di Polizia a quei fenomeni di illiceità e d'irregolarità nella gestione e nella operatività del mercato ortofrutticolo di Vittoria, in modo da favorire l’azione di prevenzione alle ricadute negative sull’economia e di repressione per quei fatti di rilevanza criminale che incidono sul regolare andamento delle attività commerciali delle produzioni ortofrutticole che trovano nel mercato di Vittoria la base di partenza per i mercati nazionali ed esteri.

Nel merito dell'attentato, il Comitato si è trovato d'accordo nella decisione di attendere gli sviluppi delle indagini affidate ai Carabinieri con il coordinamento della Procura della Repubblica. L'amministratore della Caair, Giuseppe Biundo, a proposito dell'attentato ha spiegato di non saper immaginare le ragioni dell’accadimento in danno della sua azienda. I rappresentanti dell’associazione antiracket di Vittoria, di cui Biundo è uno dei fondatori, hanno espresso la loro vicinanza e solidarietà alle vittime dell’episodio criminoso, sottolineando viva preoccupazione per l’economia di Vittoria che non lesina impegno per garantire servizi e funzionalità alla struttura mercatale di contrada Fanello.

Al termine, il prefetto Maria Carmela Librizzi ha disposto il potenziamento dei servizi preventivi di vigilanza e controllo in contrada Fanello, con azioni in forma coordinata mirate a contrastare con fermezza ogni forma di illegalità diffusa, in modo da assicurare, anche con il coinvolgimento della Polizia Locale, una maggiore visibilità delle stesse ed elevare la sensazione di sicurezza dei residenti e dei frequentatori del predetto mercato ortofrutticolo di Vittoria.

L'attentato della scorsa settimana è l'ultimo degli inquietanti episodi che si sono registrati negli ultimi mesi attorno al mercato ortofrutticolo di Vittoria, il più grosso del Meridione da Napoli in giù. Chiari i segnali della presenza sempre più pesante dei clan, non solo vittoriesi, i cui segni di ripresa sono sotto gli occhi di tutti. Attorno al mercato ruotano interessi elevatissimi, che hanno finito con l'attirare l'attenzione di esponenti della 'ndrangheta e della camorra. Questo intreccio di presenze rende il clima sempre più irrespirabile e i produttori sono i primi a farne le spese. Adesso, l'allarme tocca l'autotrasporto, ossia l'anello di congiunzione tra il mercato di Vittoria e il resto d'Italia. La preoccupazione che a Vittoria si torni a respirare il pesante clima che c'era tra gli anni Ottanta e Novanta si fa sempre più grande.

Intanto, è attesa la visita al mercato di Vittoria del presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta per dare solidarietà al presidente del Consorzio Caair, Giuseppe Biundo. Ad esprimere la vicinanza del mercato al presidente Biundo anche il presidente dell’associazione concessionari ortofrutticoli di Vittoria, Gino Puccia. «Ancora una volta assistiamo a gravi atti intimidatori - dice Puccia - che screditano il lavoro onesto di chi è impegnato nella filiera. Gli operatori del mercato ortofrutticolo si appellano alle forze dell’ordine affinché assicurino alla giustizia i responsabili di questo vile atto. Così come vanno rispediti al mittente i tentativi di alcuni di approfittare di questi episodi per infangare la storia di una struttura che ancora oggi, nonostante la crisi, rimane punto di riferimento a livello nazionale nella commercializzazione dei prodotti
ortofrutticoli».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X