Giovedì, 20 Settembre 2018
AL 4° POSTO

La Sicilia nella top ten dei vini italiani

vini siciliani, Sicilia, Archivio
La Sicilia nella top ten dei vini italiani

PALERMO

La Sicilia occupa il quarto posto in Italia nella produzione regionale di vino ed ha registrato nel 2016 una crescita significativa per l’export (+13,6%), piazzandosi tra le prime 10 regioni. Il 70% delle produzioni è Dop - Igp e l’Isola è in testa alla classifica delle superfici biologiche italiane. Sono alcuni dei dati illustrati dal direttore regionale Sicilia di UniCredit, Salvatore Malandrino, durante la conferenza stampa di presentazione della 14esima edizione di “Sicilia en Primeur”, l’anteprima mondiale di Assovini Sicilia in cui vengono presentati i vini della vendemmia 2016 di 49 aziende, in programma dal 25 al 29 aprile nel parco di Radicepura, a Giarre, in provincia di Catania. Un’occasione per degustare fino a 350 etichette diverse, in rappresentanza dell’intera Isola.

«Il settore del vino è strategico per la nostra banca – ha spiegato Malandrino –. In dettaglio, la Sicilia occupa il quarto posto nella produzione regionale di vino (con 5,6 milioni di ettolitri) dopo il Veneto, la Puglia e l’Emilia Romagna. La Sicilia ha la maggiore superficie vitata nazionale ed è in testa alla classifica delle superfici biologiche italiane: 25 mila ettari su 68 mila, pari al 37%. Le imprese attive nel settore del vino nostre clienti in Sicilia sono circa 1.100».

La Sicilia, insieme alla Puglia, è la regione che è cresciuta di più nell’export. I mercati sono Usa (18,6%), Germania (16,7%), UK (9,4%), Svizzera, Svezia, Canada, Francia, Giappone, Cina, Russia. «I dati di UniCredit confermano un trend che si rispecchia sull’interesse che sta suscitando “Sicilia en Primeur”: hanno chiesto di partecipare oltre 100 giornalisti provenienti da 22 Paesi e per la prima volta saranno presenti alcuni buyer istituzionali», ha detto Francesco Ferreri, presidente di Assovini, associazione che riunisce 76 aziende vitivinicole siciliane di piccole o grandi dimensioni.

Soddisfatti anche gli assessori regionali all’Agricoltura Antonello Cracolici («Stiamo promuovendo politiche mirate per incrementare la capacità di imbottigliamento e per rafforzare il valore aggiunto della produzione») e al Turismo Anthony Barbagallo («C’è un aumento del 70 per cento delle presenze registrate in Sicilia che sono riconducibili al segmento del circuito enogastronomico».

«La regione da sola è un grande continente del vino. L’imbottigliato di vini Igt e Doc, in Sicilia, è in aumento», ha sintetizzato Antonio Rallo, presidente di Unione Italiana Vini e del Consorzio di tutela vini Doc Sicilia. La Doc Sicilia registra un +11,05% nel 2016, con 27 milioni di bottiglie. «Nel 2017 – ha aggiunto Ferreri – prevediamo un aumento del trend di vendite del 5-6 per cento. Registriamo una presenza ancora più capillare nei mercati internazionali di vini siciliani e siamo testimoni di un interesse in crescita verso la nostra isola da parte di esperti di vino, consumatori e turisti attratti dalle aziende vinicole».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook